Idee di viaggio

Le Spiagge più belle dell’arcipelago toscano

Ecco le migliori da raggiungere isola per isola

Spiagge Arcipelago Toscano: le più belle da raggiungere MARE Shutterstock
5/5

Una vacanza in Toscana promette poche cose, ma tutte bellissime: passeggiate nella storia, buon vino, una varietà gastronomica indimenticabile e, ovviamente, un mare cristallino in cui tuffarsi, nuotare, praticare sport e rilassarsi. 

La Toscana è una delle regioni italiane preferite dai turisti del Belpaese, ma non solo: anche i viaggiatori esteri amano la terra che ha dato i natali a Dante Alighieri. Le città d’arte sono mete di weekend fuoriporta anche nel mezzo dell’inverno e le scampagnate nei vigneti spesso diventano il luogo ideale per le fughe romantiche. Ma in estate, si sa, il protagonista è il mare e la Toscana oltre ad avere un litorale molto bello e frequentato offre soggiorno anche in diverse isole.

Le isole dell’arcipelago toscano vengono chiamate le 7 perle di Venere e a questo nome è legata una leggenda. Il mito vuole che la dea della bellezza, Venere appunto, tentò di aggiustare una collana di perle che le era stata regalata da Paride e, inavvertitamente, fece cadere 7 perle di questo gioiello nel mare. Le pietre preziose si trasformarono in isole bellissime e pittoresche con tanto di spiagge meravigliose.

Ecco allora quali sono le spiagge più belle dell’arcipelago toscano.

Spiagge Arcipelago Toscano 

  • Acquaviva – Isola d’Elba
  • Cala della Mortola – Isola di Capraia
  • Spiaggia delle Caldane – Isola del Giglio
  • Cala Maestra – Isola di Montecristo
  • Cala Giovanna – Isola di Pianosa
  • Cala Spalmatoio – Isola di Giannutri
  • Cala dello Scalo – Isola di Gorgona

Acquaviva – Isola d’Elba

La più grande delle isole dell’arcipelago toscano è l’Elba, meta prediletta dai turisti di tutte le età. Tipico dell’isola è il litorale roccioso e frastagliato ma anche le sue numerose spiagge sono ricche di fascino. Tra tutte, una delle più caratteristiche è la spiaggia di Acquaviva. Qui il verde della pineta che la circonda, si mescola all’azzurro limpido del mare e al bianco dei ciottoli che sono la peculiarità di questo tratto di costa.

Cala della Mortola – Isola di Capraia

Letteralmente “luogo dei mirti”, è una spiaggia legata a un fenomeno particolare: solitamente il suo litorale è caratterizzato da ciottoli ed è molto piccola. Di tanto in tanto però, quando il vento e le maree cambiano, il mare decide di “concedere” qualche metro di spiaggia in più aggiungendo sabbia finissima alla battigia. La Cala della Mortola è raggiungibile solo via mare.

Spiaggia delle Caldane – Isola del Giglio

Raggiungibile solo a piedi attraverso un sentiero sterrato o via mare con piccole imbarcazioni, la spiaggia delle Caldane è l’apoteosi della natura incontaminata sull’isola del Giglio. Con le sue sabbie dorate e circondata da un complesso di rocce di granito, è l’ideale per chi non ama particolarmente la confusione. 

Cala Maestra – Isola di Montecristo

Tra le isole dell’arcipelago toscano, l’Isola di Montecristo è quella con le regole più ferree. L’accesso infatti non è consentito ai minori di 12 anni né è permesso portare con sé animali da compagnia. La spiaggia più conosciuta dell’isola è Cala Maestra, in cima alla quale sorge Villa Reale che ospita al suo interno un museo di storia naturale e un orto botanico. Anche per raggiungere Villa Reale è necessario seguire le indicazioni delle guide turistiche specializzate.

Cala Giovanna – Isola di Pianosa

Per molto tempo l’isola di Pianosa, che deve il suo nome alla natura pianeggiante del territorio, ha ospitato un carcere di massima sicurezza. Oggi è invece una meta turistica di tutto rispetto ed è la più vicina delle isole dell’arcipelago toscano all’isola d’Elba. La sua spiaggia principale è cala Giovanna, su cui si affaccia la villa in cui fu esiliato Agrippa Postumo nel 6 d.C.

Cala Spalmatoio – Isola di Giannutri

L’isola di Giannutri è conosciuta per la sua forma che ricorda quella di una mezzaluna. E Cala Spalmatoio, la più famosa delle spiagge dell’isola, si trova proprio nel punto più interno e riparato del piccolo golfo insulare. Non è tra le isole più visitate e affollate ma in alta stagione Cala Spalmatoio diventa un attracco per piccole imbarcazioni e gommoni, in quanto i suoi fondali sono un’attrattiva per gli amanti dello snorkeling.

Cala dello Scalo – Isola di Gorgona

L’isola di Gorgona è considerata la più misteriosa dell’arcipelago toscano. I residenti fissi sono circa 67 ma, oltre ai pescatori che la abitano per tutto l’anno, questo territorio ospita l’ultimo carcere-isola d’Europa in cui i detenuti non sono chiusi nelle celle ma si occupano proprio della manutenzione agricola del luogo. Le coste dell’isola di Gorgona sono particolarmente frastagliate e soprattutto rocciose ma diverse sono anche le insenature che si incontrano. Tra le più famose Cala dello Scalo, accanto all’approdo per le imbarcazioni e poco lontana dal villaggio cittadino.

Autore: Paola Toia

Scopri