Idee di viaggio

Cosa Vedere in Val Gardena

Ecco cosa fare assolutamente

Val Gardena MONTAGNA Shutterstock
/5

Per gli amanti della montagna e dal contatto con la natura, a prescindere dalla stagione, non c’è niente di più bello e affascinante delle Dolomiti. Le cime per eccellenza del comparto montuoso italiano offrono panorami, attrazioni e opportunità più uniche che rare.

È la Val Gardena, in Trentino-Alto Adige, è una delle regioni geografiche più suggestive e attraenti da scoprire, una delle zone più ricche di luoghi da visitare e ammirare e di attività in cui cimentarsi.

Pronti per qualche consiglio? Ecco cosa vedere, fare e mangiare in Val Gardena.

Cosa Vedere – Ortisei

Il capoluogo della Valle, da visitare in ogni periodo dell’anno perché capace di far innamorare chi lo visita in tutte le stagioni. Con i suoi 5.750 abitanti, a 1.236 metri di altezza, Ortisei è un borgo caratteristico, affascinante e anche molto noto. Per questa ragione chi passa dalla Val Gardena non può evitare di farci tappa. 

Famosa località sciistica in inverno, meta rilassante e adatta alle passeggiate dolci nelle stagioni più calde. Si tratta di una cittadina che ospita diversi luoghi di culto, tra Chiese di montagna e piccole Cappelle caratteristiche. 

La più famosa è la Chiesa parrocchiale Santa Maria ad Nives con il suo celebre campanile che risale addirittura al XVII secolo. Il legame che questo borgo ha con la religione è fortissimo, tanto che ad Ortisei è ospitato il presepe più grande del mondo che si trova esposto in maniera permanente, per tutto l’anno, al centro sportivo Iman. Da vedere assolutamente anche i ruderi del castello di Wolkenstein, appartenuto all’omonima famiglia di nobili tirolesi.

LEGGI ANCHE: I TREKKING PIÙ BELLI DELLE DOLOMITI

Cosa fare – Una gita alle Panche delle Streghe

Se amate le leggende e le altezze non vi spaventano dovreste assolutamente visitare le cosiddette Panche delle Stregheo – anche dette Banc de la Stries – sul Monte Bullaccia. Per i più pigri è possibile fare un giro panoramico sulla cabinovia Alpe di Siusi, godere dall’alto di un panorama affascinante e indimenticabile, e raggiungere comodamente e con una breve passeggiata questo luogo che si crede abbia poteri magici. Per gli sportivi invece l’escursione a piedi è lunga circa 4,7 km e si percorre più o meno in due ore. Il sentiero non è particolarmente ripido ma il dislivello è notevole ed è quindi necessario attrezzarsi a dovere per affrontare l’itinerario che conduce alle Panche delle streghe. 

Una volta arrivati ci si troverà davanti a una sorta di terrazzamento in pietra che, la tradizione racconta, un tempo era frequentato da streghe guaritrici. Le stesse però potevano, all’occorrenza, scatenare temporali contro i loro nemici. Alle streghe piaceva, di tanto in tanto, riposare su queste rocce e godere del panorama. Da qui infatti l’affaccio sulla valle lascia senza fiato. A poca distanza si trova anche la piattaforma panoramica Engelrast, costruita in un punto strategico che permette di godere  di una vista davvero unica.

Cosa Mangiare

Un luogo così caratteristico come la Val Gardena merita anche un attento tour culinario. Le specialità del luogo sono tante e si varia: a meritare un asssaggio è il menù salato ma anche quello che riguarda i dolci. Imperdibili sono di certo i Canederli: grossi gnocchi fatti di pane, latte e uova e disponibili con diversi ripieni, che vengono serviti con burro e parmigiano o accanto al gulasch. 

Merita un assaggio anche la tipica zuppa d’orzo, senza ovviamente dimenticare lo speck che in Trentino-Alto Adige è un’istituzione. Tra i dolci da assaggiare non c’è solo il classico e celebre Strudel, ma anche il Kaiserschmarrn (da Kaiser, imperatore, a cui il dolce era dedicato): una frittata dolce alla marmellata di mirtilli servita con tanto, tanto zucchero.

Autore: Paola Toia

Scopri