Idee di viaggio

Fonti del Clitunno, l'oasi di pace in Umbria

Non troppo distante da Spoleto c'è un posto segreto da scoprire

Fonti del Clitunno WEEKEND Shutterstock
5/5

Custodito gelosamente nella provincia di Perugia, c'è un posto fiabesco, un'oasi di pace da visitare assolutamente. Le Fonti del Clitunno, sono un vero e proprio angolo di paradiso nel cuore dell'Umbria sulla via Flaminia, fra Spoleto e Foligno.

Se siete alla ricerca di luoghi lontani dalla modernità e immersi nel verde, vi consigliamo di immergervi nello scenario naturale de Le Fonti del Clitunno, che troverete nel piccolo e delizioso borgo di Campello sul Clitunno

Fonti del Clitunno 

Le Fonti del Clitunno sono un luogo romantico e solitario, uno specchio d'acqua trasparente alimentato da correnti sotterranee in cui si riflettono salici e pioppi cipressini; una meraviglia naturale circondata da rigogliosa vegetazione.

Questo luogo incantato ha ispirato artisti e scrittori sin dai tempi remoti, basti pensare che Virgilio lo inserì nelle Georgiche, Plinio il Giovane lo citò in una lettera a un amico, Corot e George Byron ne cantarono la bellezza e Giosuè Carducci intitolò alla fonte una sua ode Alle Fonti del Clitunno.

Salve, Umbria verde, e tu del puro fonte
nume Clitumno! Sento in cuor l’antica
patria e aleggiarmi su l’accesa fronte
gl’itali iddii.ì

Chi l’ombre indusse del piangente salcio
su’ rivi sacri? ti rapisca il vento
de l’Appennino, o molle pianta, amore
d’umili tempi!

 

Le Fonti del Clitunno erano conosciue sin dall'antichità, in passato il fiume aveva una portata maggiore ed era navigabile. Il cambiamento di portata fu dovuto, secondo alcuni studiosi, alle conseguenze del grande terremoto di Costantinopoli del 446, mentre secondo altri a quello de L'Aquila del 1703.

Lungo il corso del fiume Clitunno si narra sorgessero templi, ville e terme. Al tempo dei romani queste fonti erano ritenute sacre tanto che i sacerdoti venivano ad interrogare il Dio Clitunno, personificazione delle acque del fiume. 

Non troppo distante dalle Fonti c'è il Tempietto del Clitunno, uno dei più antichi esempi di arte sacra umbra, che testimonia il passato longobardo di Spoleto tra il 558 e il 774. È stato inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel circuito dei siti “I Longobardi in Italia”. 

Apertura e Orari Tempietto del Clitunno 

Il Tempietto del Clitunno è aperto tutti i giorni dal martedì al sabato e le domeniche alterne. Dopo aver visitato il borgo di Campello al Clitunno, non perdete una passeggiata al parco e al Tempietto. 

Orario di Apertura:

  • Estate: l'ingresso è dalle ore 14:15 alle ore 19:45 (visita fino alle 20:00)
  • Inverno: ingresso è dalle ore 12:15 alle ore 17:45 (visita fino alle 18:00)

 

Prezzo biglietto 2 euro 

Foto

Come Arrivare

Il Parco delle Fonti del Clitunno si trova lungo la Via Flaminia, nel comune di Campello sul Clitunno e dista 50 km da Spoleto. Raggiungete la via Flaminia, l'uscita Campello sul Clitunno la trovate a 10 km dall'uscita di Spoleto. 

Ingresso Fonti del Clitunno

Il parco delle fonti del Clitunno è aperto tutto l'anno con orari variabili. Il costo d'ingresso al parco è di 3 euro. Consultate il sito ufficiale per tutti gli aggiornamenti https://www.fontidelclitunno.it.

Mappa

Ecco la mappa con le indicazioni per arrivare a Campello sul Clitunno.

Scopri