Idee di viaggio

Ponte del Primo Novembre, 10 sagre da non perdere

Prodotti tipici e gusto. Ecco una selezione delle sagre da non perdere per trascorrere il Ponte del 1° Novembre fuori porta

Ponte del Primo Novembre, dieci sagre EVENTI Shutterstock
5/5

La sagra è l'occasione perfetta per godersi i piaceri della buona tavola, scoprire la gastronomia locale e visitare un posto nuovo. Novembre è il mese migliore per andar per sagre ed il ponte del primo novembre ci da l'occasione di organizzare un weekend lungo per raggiungere borghi e sagre. 

Sagre Ponte del Primo Novembre

Dall'Umbria dei Frantoi Aperti alle varie manifestazioni dedicate al tubero pregiato, il tartufo, ecco come spendere il Ponte del 1° Novembre in una gita fuori porta, all'insegna del gusto e della tradizione. Qui sotto trovate 10 sagre da non perdere e qui il meteo aggiornato per il Ponte di Ognissanti.

  • Frantoi Aperti, Umbria 

Novembre è il mese dell'olio nuovo e l'Umbria intera lo festeggia con l'acclamatissima Frantoi Aperti. Eventi enogastronomici sparsi per i comuni che fanno parte delle Strade dell'Olio dell'Umbria. Cucina, mangiare bene e non solo, anche eventi collaterali, musica e teatro per abbinare al gusto la cultura e il divertimento. Qui le info e il calendario degli eventi.

  • La Sagra della bettola, Abruzzo

Nel borgo medioevale di Capestrano, in provincia de L'Aquila, si mangia, si beve e si celebra la tradizione culinaria dei tempi che furono con la Sagra della Bettola. Per il weekend del primo novembre riapre la bettola, il locale esterno che intratteneva con cibo e divertimento i mercanti che arrivavano da tutta la regione per partecipare alla fiera. Cotiche con i fagioli, carne alla brace e altri piatti tipici. La notte del 31 ottobre è la volta della rievocazione storica in cui la bettola medioevale si anima con danze in costume e musiche tradizionali.

  • Caldarroste di Montecchio, Umbria 

Caldarroste e prodotti tipici della montagna, vini e altri prodotti si celebrano il 28, il 29 ottobre e il 1 novembre. È l'occasione perfetta per passare un weekend alla scoperta dei borghi più belli in Umbria

  • Sagra del tartufo di Gubbio, Umbria

La sagra del tartufo anima il centro di Gubbio. Oltre alla mostra nazionale del tartufo bianco, ci sono banchi d'assaggio di prodotti tipici umbri, corsi di cucina, laboratori sensoriali del gusto, seminari, convegni e visite ai sentieri del gusto. Una sagra imperdibile che lega, come sempre in Umbria sanno fare, la tradizione e il gusto conviviale del cibo alla cura elegante e ricercata del mangiar bene.

  • Gustatus, Toscana 

Nel weekend del primo novembre l'appuntamento è a Orbetello con degustazioni dei prodotti di eccellenza della zona, approfondimenti sulla cucina locale e sugli antichi mestieri. Stand enogastronimici e degustazioni presso l'Enoteca in Piazza della Repubblica. Piazza Cortesini diventa la piazza dell'olio nuovo, Pizza della Repubblica quella del pesce della tradizione con degustazioni di pesce fresco di mare e di laguna, ristorante in piazza con Slow Food e tante altre iniziative. Per maggiori info http://www.gustatus.it.

  • Sagra delle castagne di Tusa, Sicilia 

L'entroterra siciliano è ricco di castagneti, specialmente il nebroideo dove giunge si festeggia la Sagra delle Castagne. In Piazza Mazzini, nel centro storico di Tusa (ME) il 31 ottobre è una serata di canti e danze tradizionali, castagne e dolci e altri prodotti a base di marroni. Ma anche salsicce e panini.

  • Festa del Bosco di Montone, Umbria

Di nuovo al centro d'Italia per gustare i frutti del bosco. Mirtilli, more, lamponi, funghi, tartufi, mele e castagne. Mixate, cotte e utilizzate nella preparazione di prodotti vari. E se il lato mangereccio non basta, in occasione della Festa del Bosco si organizzano escursioni e passeggiate a caccia dei frutti del bosco, insieme a concerti, spettacoli, mostre e stand di artigianato locale.

  • Festa della Polenta di Vigasio, Veneto 

Tornei, parate, spettacoli ma soprattutto stand gastronomici. Al centro dell'attenzione a Vigasio è la polenta, il piatto povero per eccellenza, servita con baccalà alla vicentina, pastisada de caval, tastasal, gulasch, seppie e piselli. Ma non mancano anche gli altri piatti tipici della cucina veneta: stinco al forno, cinghiale, capriolo, funghi e grana, lepre, fagioli e luccio in salsa, brasato al barolo e altre succulente delizie. La sagra è iniziata il 10 ottobre e si conclude 3 novembre. Per informazioni www.festadellapolenta.it

  • Fiera del Tartufo di Alba, Piemonte 

Gli amanti del pregiato tubero la considerano un'istituzione. La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba oltre a essere la principale sede espositiva e di vendita del tartufo bianco in Italia è anche tradizione e pittoresca partecipazione. Il Palio deggli Asini e la Giostra delle Cento Torri danno inizio alla fiera. Si prosegue con degustazioni guidate, mostre e convegni legati al tartufo, per perdersi poi tra le tante bancarelle del mercato sotto le torri. Per maggiori informazioni www.fieradeltartufo.org.

  • Festa d'Autunno, Lazio 

Ad Antrodoco, in provincia di Rieti, si festeggia l'autunno. Il centro medievale a 90 km da Roma e 30 da Rieti celebra i prodotti gastronomici della stagione delle foglie secche. Intorno al centro abitato si estendono i castagneti ed ecco allora una sezione della festa dedicata alla sagra del Marrone Antrodocano. E oltre ai marroni in tutte le salse sarà possibile degustare e acquistare miele, farina, nocciole e noci.

Scopri