Idee di viaggio

I migliori itinerari d’Italia per una vacanza in barca

Dalle Cinque Terre alla Costa Smeralda passando per le isole Flegree, Eolie e Pontine

Cinque Terre MARE Shutterstock
5/5

La degna conclusione di un anno più che mai difficile è una meritata vacanza in barca nel mare più bello d’Italia. A vela o a motore, non importa la barca, quel che conta è tuffarsi nel blu, sospesi tra cielo e mare. 

Tanto più se volete fuggire dalle spiagge affollate in un’estate all’insegna del distanziamento sociale. Navigare lungo la costa o alla ricerca delle isole meno conosciute vi farà riscoprire il potere del mare, i benefici dell’acqua, l’incanto del Mediterraneo. Perciò abbiamo selezionato per voi i migliori itinerari per una vacanza in barca alla scoperta del blu più bello d’Italia. 

LEGGI ANCHE: ESTATE IN ITALIA

I migliori itinerari d’Italia per una vacanza in barca 

Dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, le isole Eolie sono la destinazione ideale per chi vuole cambiare spesso isola senza fare molte ore di navigazione. Le sette sorelle dell’arcipelago eoliano in Sicilia, incantano da sempre i viaggiatori per l’ambientazione siciliana, l’atmosfera dell’isola e la ricchezza naturale, culturale e gastronomica di questi microcosmi in mezzo al mare. Se avete una buona settimana di vacanza potreste pensare di fare il giro di tutte le sette isole dell’arcipelago, ognuna è un mondo a sé. Partendo da Lipari, la più grande, popolata e vitale delle Eolie, proseguite per Vulcano, dominata dal minaccioso vulcano fumante, la più vicina alla costa siciliana; spostatevi poi a Stromboli, l’isola più orientale che attrae migliaia di viaggiatori per il suo vulcano, tra i più attivi al mondo; così raggiungete Panarea, la più mondana e lussuosa dell’arcipelago; ripartite per Salina, verde, silenziosa e lussureggiante dove sono state girate alcune scene del famoso film Il Postino; infine terminate il giro a Filicudi e Alicudi, paradisi di natura incontaminata per chi vuole sentire solo il rumore del mare. Ciascuna di queste isole di origine vulcanica vi sorprenderà per le scogliere rocciose a picco sul mare, le acque turchesi e trasparenti, la rigogliosa macchia mediterranea.

  • Costa Smeralda e arcipelago della Maddalena

La seconda isola più estesa del Mediterraneo dopo la Sicilia, la Sardegna conta quasi 200 km di spiagge, scogliere e calette famose in tutto il mondo. Se avete una settimana di tempo dedicatela alla scoperta della rinomata Costa Smeralda, nel nord della Sardegna. Potreste iniziare l’itinerario da Portisco, un piccolo villaggio situato tra Porto Rotondo e Porto Cervo, vicino al Golfo di Cugnana, meta di viaggio perfetta per gli amanti del mare, ed in particolare, per gli appassionati di vela. Partite poi alla volta di Caprera, un isolotto che fa parte dell'arcipelago della Maddalena e dell’omonimo Parco Nazionale. L'isola dalla natura incontaminata è stata disabitata fino allo sbarco di Garibaldi (1855) e ancora oggi non supera i 150 abitanti. A Caprera non perdete Cala Coticcio, conosciuta anche come la Tahiti sarda. Poi raggiungete Palau, un borgo che si anima d’estate e che sorprenderà per la sua architettura naturale modellata nel tempo dagli agenti atmosferici, come la Roccia dell'Orso. Ritornate nell’arcipelago della Maddalena per vedere la sua terza isola più grande, Spargi. Natura selvaggia e rocce costiere a picco sul mare vi rapiranno. Ripartite così in direzione di Bonifacio, situata sulla punta più meridionale della Corsica, è la città francese più a sud. Non si può rinunciare a una visita della città vecchia. Tornando sulla costa sarda, dirigetevi verso Santa Teresa di Gallura, fondata dai Savoia su un promontorio a picco sul mare agli inizi del 1800 per combattere il contrabbando. Fate un salto alla vicina Capo Testa, uno dei posti più suggestivi della Sardegna, dominata dal faro che si affaccia sulle Bocche di Bonifacio. Concludete il giro nella lussuosa e mondana Porto Cervo, capitale indiscussa della Costa Smeralda, esclusivo borgo sul mare, gioiello architettonico incastonato tra bellezze naturali che d’estate si popola di yacht e vip. 

Se amate la Toscana ma non avete mai visto le sue isole, il modo migliore è sicuramente quello di visitarle con un giro in barca. L'arcipelago toscano è formato da un gruppo di sette isole maggiori, di cui la più grande è l’isola d’Elba, più alcuni minori, disperse tra la costa toscana e la Corsica. Tutte le isole fanno parte del Parco Nazionale Arcipelago Toscano che è il più grande Parco marino d'Europa. Potreste partire dall’isola d’Elba, un'oasi verde e blu dalla natura rigogliosa, le spiagge dorate, le acque cristalline, i paesaggi lunari delle miniere. Così proseguite per Capraia, l’unica isola vulcanica dell’arcipelago e tra le più selvagge. Spostatevi a Gorgona, ultima isola-penitenziario d'Italia dove i detenuti vivono all’aperto lavorando la terra e curando gli animali. Riscendendo verso sud, puntate la prua verso l’isola di Pianosa, colonia carceraria di massima sicurezza fino al 1997, oggi area protetta all’interno del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano che vi stupirà per le sue acque cristalline e la ricchezza dei resti archeologici sui suoi fondali. Raggiungete poi l’isola di Montecristo, una delle isole più selvagge e inaccessibili dell’arcipelago, famosa per il romanzo di Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo. Ripartite poi per l’isola del Giglio, rinomata per il suo meraviglioso ambiente marino, il mare limpidissimo e la ricchezza dei suoi fondali. Terminate infine il giro all’isola di Giannutri, chiamata anche isola dei gabbiani che la scelgono per nidificare, situata davanti al promontorio del monte Argentario. In barca, inoltre, potreste esplorare anche alcuni isolotti minori e scogli come Palmaiola e Cerboli, nei pressi dell’Elba, le Formiche di Grosseto a Nord del Giglio, lo Scoglio d’Africa o Formiche di Montecristo, le Formiche di Capraia. 

  • Isole Pontine 

Al largo della costa del golfo di Gaeta si trovano le isole Pontine, un arcipelago di origine vulcanica perfetto per un viaggio in barca partendo dalle coste del Lazio. Si inizia da Palmarola, una riserva naturale che fa parte del parco nazionale del Circeo, disabitata per la maggior parte dell’anno, che si ripopola solo nel periodo estivo. Da non perdere le tipiche abitazioni dell’isola scavate nella roccia, le case grotta. Proseguite poi per Ponza, selvaggia, mondana, misteriosa e poetica, l’isola è uno scrigno di meraviglie storiche e naturalistiche che incanta per le incontaminate calette, le scenografiche baie, le ville imperiali, le piscine naturali, le antiche peschiere e le grotte sommerse. Proseguite per Gavi, una minuscola isola distante solo 120 metri da Ponza e continuate poi per Zannone, la più settentrionale delle isole Pontine, raggiungendo così Ventotene. L’isola servì come punto di appoggio alle prime colonizzazioni greche, poi rimodellata dai Borboni, divenne l’isola di confino che ospitò anche personaggi illustri come l’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini. Non perdete la spiaggia di Cala Nave, è una tra le più belle, e fate un salto all’isola di Santo Stefano di fronte.  

  • Arcipelago campano e Capri 

Se partite da Napoli l’itinerario ideale per una vacanza in barca è quello dell’arcipelago campano, composto dalle isole Flegree, ossia Ischia, Procida, Vivara e Nisida, e l’isola di Capri. Ogni isola, ciascuna a suo modo, è un paradiso di straordinaria bellezza. Come prima tappa fermatevi a Procida, l’isola più piccola dell’arcipelago campano, scelta da grandi registi come set di capolavori del cinema, offre bellissime spiagge e un suggestivo centro storico dove camminare tra vicoli e chiesette. Procida è inoltre collegata da un sottile ponte alla vicina isola di Vivara. Raggiungete poi Ischia, l’isola più grande e turistica della Campania. È un’ottima destinazione per chi cerca una vacanza di mare ma anche di benessere. Ischia infatti è nota per le proprietà delle sue acque termali. Infine, concludete in bellezza a Capri, elitaria meta estiva fin dai tempi antichi che ha accolto poeti, scrittori e personaggi leggendari. Un giro in barca è l’ideale per un tuffo nel blu e per ammirare l’isola dal mare, passando per i famosi Faraglioni e la Grotta Azzurra di Anacapri, prima di scendere a terra e godervi la magia dell’isola. Nisida, invece, è una piccola isola che appartiene sempre all’arcipelago delle isole Flegree, posta all'estrema propaggine della collina di Posillipo, ma non è accessibile in quanto ospita l'Istituto Penale Minorile di Napoli, e il suo piccolo porto verso Coroglio era utilizzato dalla Nato fino al suo trasferimento.

  • Golfo dei Poeti e le Cinque Terre 

Se invece volete andare in vacanza in Liguria, evitando la folla delle sue calette e dei suoi suggestivi paesini, organizzate un giro in barca per ammirare le sue bellezze via mare. Partendo dal porto di La Spezia, attraverserete il romantico Golfo dei Poeti, avvistando i suggestivi paesini di Lerici, Portovenere e le isole di Palmaria e Tino, delle piccole gemme incastonate nel Mar Ligure. Fate una sosta a Portovenere, incantevole borgo medievale della riviera ligure, patrimonio Unesco, prima di dirigervi a Palmaria. È la più grande tra le isole della Liguria, l’unica abitata e particolarmente suggestiva per le sue scogliere rocciose a strapiombo sul mare e le sue calette lambite da acque blu. Circumnavigate le due piccole isole vicine di Tino e Tinetto prima di proseguire lungo la costa delle Cinque Terre, dove si stagliano i piccoli e pittoreschi paesini color pastello che hanno reso celebre questo tratto di costa in tutto il mondo. Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore sono i cinque antichi borghi marinari che costituiscono le Cinque Terre, una delle più belle aree mediterranee naturali della Liguria in un tratto costiero del levante lungo circa 10 km. Godetevi le calette nascoste e le acque cristalline tra le coste frastagliate prima di scendere a terra ad esplorare i rinomati paesini tra ripide scalette e suggestivi sentieri. 

Consigli per prenotare una vacanza in barca 

Se non sapete da dove partire per organizzare una vacanza in barca ecco qualche consiglio utile. Per noleggiare una barca, Click & Boat e Sailogy sono considerati gli air b&b del mare, e propongono un’ampia scelta di itinerari lungo le coste italiane, adatti ad ogni tipo di budget ed esigenza. Se invece non volete preoccuparvi di niente, soltanto di sapere quando salpare, date uno sguardo a Oro del Mare. Ai single in cerca di divertimento consigliamo di guardare i viaggi organizzati da WaterTribe, che propone poi anche crociere per famiglie a misura di bambino. 

Chi vuole imparare a portare una barca a vela o per chi cerca vacanze organizzate può dare uno sguardo a MondoVela. Per chi desidera una vacanza più particolare, ItalyCharter propone crociere con attività diverse tra cui yoga. Infine, gli amanti dei social network non potranno fare a meno di scoprire Sailing the Web, il Facebook dei velisti, e Sailsquare, il social sul mondo della barca dove cercare vacanze o conoscere altri viaggiatori.

Autore: Francesca Ferri

Scopri