Idee di viaggio

Dove andare in Vacanza con i Bambini in Italia

Le migliori mete per l'estate con i più piccoli

Zambrone VACANZE Shutterstock
5/5

Per l’estate 2021 l’imperativo è soltanto uno: viaggiare. Come e quando si potrà, ovviamente. Siamo però tutti fiduciosi nel pensare che, con le giuste accortezze, le vaccinazioni sempre più numerose e l’arrivo delle temperature più alte che già lo scorso anno ci hanno consentito di vivere un frammento di normalità, sarà possibile spostarsi da una regione all’altra. 

Le vacanze in Italia poi, senza aerei o particolari difficoltà per gli spostamenti, saranno di certo consigliate per le famiglie con bambini. Questo limite temporaneo sui viaggi all’estero potrebbe essere l’occasione ideale per mostrare ai più piccoli, che hanno tanto da vedere e scoprire, quanta bellezza c’è nel nostro Paese e spingerli alla scoperta iniziando dalla conoscenza dei luoghi più vicini a casa.

Ecco, quindi, alcune mete perfette in Italia per fare le vacanze con i bambini. Ce n’è per tutti i gusti: mare, montagna, campagna e città.

Dove andare in Vacanza con i Bambini in Italia

  • Mare, Zambrone

Il mare d’estate è la prima scelta, ma non sempre le vacanze tra sole, spiaggia e locali si sposano con i bisogni dei più piccoli. un’idea perfetta per conciliare le esigenze degli adulti a quelle dei bimbi può essere ad esempio Zambrone. 

La cittadina calabra, che fa parte della costa degli Dei, è un piccolo borgo marittimo che, però, d’estate diventa uno dei centri nevralgici del turismo calabrese. Le scogliere panoramiche qui si alternano a bellissime spiagge sabbiose: la più nota è Baia di Zambrone, caratterizzata da sabbia finissima e bianchissima, che è l’ideale per i piccoli, anche grazie alle diverse strutture ricettive che offrono diverse attività per i bambini di tutte le età.

  • Montagna, Merano

Merano è una cittadina in provincia di Bolzano, circondata dai monti e caratterizzata dalla quiete e dal silenzio che, per diversi decenni, hanno fatto si che fosse considerata una meta turistica soprattutto per gli anziani. 

Una tendenza cresciuta anche grazie al suo clima e alla frescura estiva. Negli ultimi anni c’è stato però un diametrale cambio di rotta e sono soprattutto le famiglie con bambini a seguito a scegliere Merano per le vacanze. Oltre che per le tipiche “passeggiate” panoramiche su sentieri dolci e adatti anche a chi non è avvezzo allo sport, questo centro raccoglie visite grazie ai giardini di Trauttmansdorf. Costruiti intorno all’omonimo castello che fu la dimora della Principessa Sissi e che oggi ospita un museo del turismo, i giardini rappresentano un luogo fatato che piace a tutti, ma in particolar modo ai bimbi.

  • Campagna, Castiglione del Lago e l’isola Polvese

Ma se vi piace l’idea di una vera e propria vacanza in mezzo alla natura, senza distrazioni di nessun genere, è la campagna – ancora meglio quella lacustre – che fa al caso vostro. Il Lago perfetto da visitare con i bambini è il Lago Trasimeno in Umbria e in particolare il comune di Castiglione del Lago di cui fa parte l’isola Polvese. Un isolotto, il più grande del lago, adibito oggi a parco scientifico-didattico. Qui è possibile, attraverso laboratori dedicati ai bambini, avere un contatto diretto con la natura: scoprire i metodi agricoli biologici, visitare gli impianti di fitodepurazione, scoprire diverse varietà di piante – soprattutto acquatiche – e incontrare tante tipologie di uccelli. Una vera e propria oasi per imparare a conoscere il territorio, senza mai dimenticare il divertimento. 

Se invece volete che i vostri piccoli uniscano l’utile al dilettevole e accompagnino al piacere di vedere nuovi luoghi anche quello di imparare qualcosa su storia, scienza e natura Mantova è la città perfetta. Il capoluogo di provincia lombardo, inserito tra i patrimoni dell’umanità UNESCO, è una città d’arte ma anche un centro che ospita molti spazi verdi e, soprattutto, diversi musei interattivi adatti ai più piccoli. Da visitare assolutamente, appena si potrà, il Parco della scienza e il museo della Gazzetta di Mantova.

Autore: Paola Toia

Scopri