Idee di viaggio

10 Gite fuori porta in Veneto

Dove trascorrere qualche giorno tra natura e relax

Villa Barbarigo WEEKEND Shutterstock
5/5

Mare, fiumi, ville palladiane, borghi, città d’arte e Dolomiti: scegliere dove trascorrere una giornata in Veneto per una gita fuori porta non è facile perché si ha davvero tanta scelta! Ecco una selezione di 10 idee per una fuga dell’ultimo momento in Veneto, in occasione dell’arrivo della primavera.

11 gite fuori Porta in Veneto

  • Villa Barbarigo
  • La Riviera del Brenta
  • Parco del Delta del Po
  • Pellestrina e Ca’ Roman
  • Bassano del Grappa
  • Malcesine
  • Dolomiti Bellunesi
  • Soave
  • Vicenza e il Palladio
  • Cadini del Brenton

Gite fuori porta in Veneto

  • Villa Barbarigo

Siamo in provincia di Padova, tra i Colli Euganei. Ed è qui che si nasconde una Versailles all’italiana: si tratta di Villa Barbarigo, un’imponente e maestosa costruzione con parco monumentale, disegnata da Luigi Bernini. Realizzata nel 1600, ha un giardino con più di 350 anni di storia, come voto solenne a Dio per sconfiggere la Peste che imperversava nel 1630. Luogo allegorico che riporta al messaggio che tutto nella vita si possa superare, presenta un labirinto in bossi di 400 anni, forse il più antico al mondo del suo genere, con pareti di bosso alte fino a 5 metri, uniche al mondo. 

  • La Riviera del Brenta

Sempre nei dintorni di Padova, un'altra meta interessante è la Riviera del Brenta. Potete scegliere di esplorare la zona attraverso una crociera a bordo di un’imbarcazione che vi porterà tra le più belle ville veneziane e gli antichi Burchielli.

Siete amanti della natura? Tappa da non perdere è il Parco del Delta del Po, un’oasi naturalistica di valore. Come visitarla? In bici, a passeggio, in barca o persino a cavallo. I sentieri sono moltissimi e ci si può dedicare al bird watching. 

  • Pellestrina e Ca’ Roman

Nella laguna di Venezia si trova una perla poco frequentata, Pellestrina, un’isoletta dove scoprire la vita dei pescatori, tra i borghi con casette basse e colorate e una lunga spiaggia, amata dai bambini. Nella zona sud dell’isola c’è la riserva Lipu di Ca’ Roman, collegata a Pellestrina dalla strada dei Murazzi. La sua posizione è importante perché è su una delle rotte migratorie italiane: avvisterete dunque facilmente il martin pescatore o il gabbiano corallino. Pellestrina si raggiunge in vaporetto sia da Chioggia che da Venezia. 

  • Bassano del Grappa

Il Ponte degli alpini di Bassano del Grappa è un luogo simbolo di storia e romanticismo della città, che si trova in provincia di Vicenza. Realizzato su progetto del Palladio, è il centro turistico della città. Non mancano poi palazzi signorili, negozi, botteghe e locande dove assaggiare la grappa locale. 

  • Malcesine

Sul lato veneto del Lago di Garda si trova il borgo scaligero di Malcesine, di origine longobarda. Chi ama i panorami deve assolutamente prendere la funivia che in pochi minuti porta su, fin quasi alla cima del Monte Baldo.

  • Dolomiti Bellunesi

A circa 100 chilometri da Venezia, su sulle montagne, si trova il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Si accede a quest’area naturalistica da Belluno e Feltre, per poi divertirsi a piedi, in bici e anche a cavallo tra centinaia di sentieri, strade forestali, mulattiere e vie ferrate.

  • Sile

Il Sile è il fiume di risorgiva più lungo d’Europa. Attraversa la provincia di Treviso e crea Patrimonio Naturale Regionale. Lo si può visitare con un’escursione in barca, immersi nella natura fluviale, scoprendo nascoste nobili ville.

  • Soave

Dopo una visita a Verona, con la sua Casa di Giulietta, le Arche scaligere e la splendida Piazza delle Erbe, ci si può spostare nella sua ricca provincia. Per esempio a Soave, una cittadina conosciuta principalmente per i suoi vigneti da cui prende il nome l’omonimo vino. Fermatevi qui per una degustazione enogastronomica.

  • Vicenza e il Palladio

Vicenza fa parte dal 1994 del Patrimonio Umanità dell’Unesco grazie alle opere del Palladio. Il caratteristico centro storico si visita a piedi, a partire dal Palladio Museum fino al Teatro Olimpico, il più antico teatro coperto in muratura al mondo, importante testimonianza rinascimentale. Nel cuore di Vicenza, in Piazza dei Signori, sorge un simbolo della città, oggi spazio per le mostre, la Basilica Palladiana. La primavera è il periodo giusto per rilassarsi sul suo terrazzo panoramico. E poi non dimenticate la Rotonda, villa Valmarana e villa Trissino, le famose Ville Palladiane che si trovano poco fuori città.

Nel parco delle Dolomiti di Belluno c'è un posto speciale nato dalla forza erosiva del Torrente di Brenton: sono i Cadini del Brenton,  bellissime cavità naturali create dal corso d’acqua in centinaia di migliaia di anni. L'azione chimica delle acque ricche di anidride caarbonica, ha contribuito alla di formazione numerose conche, delle vere e proprie piscine naturali: il modo più bello per esplorarle è attraverso dei sentieri dedicati. 

Autore: Paola Toia

Scopri