Idee di viaggio

La Grotta Azzurra di Mel, l'angolo segreto del Veneto

Ecco tutto quello che devi sapere per visitare la Grotta Azzurra di Mel

Grotta Azzurra di Mel TREKKING Shutterstock
4.6/5

Nascosto tra i boschi della Valbelluna, in provincia di Belluno, c'è un posto segreto che vale la pena scoprire. È Grotta Azzurra di Mel, un gioiello dalle acque turchesi che potrete trovare alla fine di un percorso di trekking. 

Proprio partendo dal Castello di Zumelle, nel borgo di Mel, potrete partire per un percorso a piedi di circa mezz’ora che vi condurrà in uno degli angoli più belli e meno conosciuti del Veneto. Ecco perché raggiungere questo angolo delle Dolomiti Bellunesi

La Grotta Azzurra di Mel

Il periodo migliore per raggiungere la grotta Azzurra di Mel è in primavera o in autunno, quando troverete meno persone curiose di scoprire questo angolo di paradiso dall'acqua turchese. Il sentiero per raggiungere la Grotta Azzurra parte dal castello di Zumelle (nel punto dove si trovano le macchine da guerra medievali), passa per un tratto di natura incontaminata, segue il torrente e raggiunge questa meraviglia rocciosa dove confluisce l'acqua che dà origine al torrente Rui. Impiegherete circa 30 minuti per arrivare alla grotta azzurra di Mel, attenzione a percorrerlo con le giuste scarpe, il sentiero non è semplicissimo ed è segnalato con cartellonistica bianca e azzurra. 

Si cammina tra i boschi, nel primo tratto di trekking e lungo il torrente Rui nel secondo tratto: camminando tra torrenti e cascatelle arriverete alla Grotta Azzurra di Mel, una vera e propria piscina naturale dall'acqua turchese. Ricordate che è possibile fare il bagno una volta giunti a destinazione. Per informazioni su percorsi e situazione metereologica visitata la pagina facebook ufficiale

Mappa e Cartina 

Scopri