Idee di viaggio

Lago di Misurina, la perla delle Dolomiti

Ecco come esplorare questo gioiello del Cadore

Lago di Misurina: cosa fare e come arrivare NATURA Shutterstock
5/5

Il Lago di Misurina è un lago alpino naturale che si trova in Veneto e, nello specifico, nel territorio comunale di Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno

Si tratta del più grande tra i laghi della regione del Cadore – la zona geografica a cavallo tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia, abbracciata dalle Dolomiti – ed è considerato una delle mete turistiche principali del territorio, in tutte le stagioni dell’anno. 

La montagna e il lago, infatti, soprattutto negli ultimi anni, non sono più soltanto le ambite destinazioni per le vacanze sulla neve e per la usuale settimana bianca, ma diventano sempre di più anche un luogo di relax ideale per le lunghe o brevi fughe anche nei periodi non prettamente invernali.

LEGGI ANCHE: I LAGHI PIÙ BELLI DELLE DOLOMITI

Perché scegliere il lago di Misurina

Il lago di Misurina, in particolare, viene universalmente – e a giusta ragione – riconosciuto come un luogo in cui ritirarsi se si ha voglia di uno stretto contatto con il verde. Il territorio che lo circonda è infatti considerato un’ “oasi del buon respiro”, in quanto la qualità dell’aria  è ottima e addirittura benefica. Sembra infatti che il microclima di questa località riesca ad essere un toccasana per chi soffre di patologie respiratorie. 

Cosa fare al lago

Attorno al lago di Misurina inoltre è possibile praticare diversi sport ma soprattutto numerose escursioni, anche adatte anche a una tipologia di turisti non esperti. La più famosa delle passeggiate dolci a cui dedicarsi è infatti proprio quella che prevede il giro del lago. 

Si tratta di un percorso che attraversa il bosco e alcuni tratti d’acqua, non è particolarmente difficoltosa e lungo il sentiero si trovano anche diverse aree ristoro in cui sostare.

Le tre cime di Lavaredo

Se invece siete degli amanti del trekking e le altezze non vi spaventano, l’escursione da fare è quella che conduce alle tre cime del Lavaredo. Si tratta di un vero e proprio simbolo delle Dolomiti, a pochissima distanza dal lago di Misurina. 

Il sentiero è impervio e sterrato ed è sconsigliato intraprenderlo se non in compagnia di ua guida specializzata. Arrivati in cima, però, la vista è impagabile!

Curiosità e leggende

Il nome del lago deriva dall’espressione “meso ai rin” che letteralmente è traslitterabile in italiano come “in mezzo ai ruscelli” in quanto un tempo si riteneva, erroneamente, che il Piave e l’Adige nascessero dal lago di Misurina.

A questo lago sono inoltre legate alcune leggende: la più famosa racconta che la fata del monte Cristallo regalò il lago alla figlia del re Sorapiss che si chiamava proprio Misurina. La principessa, infatti, desiderava uno specchio magico e ricevette in dono le acque del lago perché potesse utilizzarle per riflettersi. Questo dono però le venne concesso a una sola condizione e cioè che suo padre venisse trasformato in un monte: ecco perché una delle catene montuose che circondano il lago di Misurina porta proprio il nome di Sorapiss. 

Una versione alternativa e un po’ più triste di questa stessa leggenda è raccontata anche nella canzone “Il Lago di Misurina” di Claudio Baglioni, brano contenuto nell’album Sabato pomeriggio.  

Come arrivare

Dall’autostrada A27 Venezia/Belluno prendere l’uscita di Pian di Vedoia e seguire la Strada Statale 51. Oltrepassati Longarone e il Ponte Cadore, seguire le indicazioni per Auronzo-Comelico (SS 51bis).

Autore: Paola Toia

Scopri