Idee di viaggio

Cosa vedere e come arrivare a Burano

Passeggiata per le coloratissime vie di Burano

Burano WEEKEND Shutterstock
5/5

Le sue casette colorate sono le più fotografate della Laguna di Venezia

È Burano, meta conosciuta per il merletto e dimora di tanti artisti, in un salto nel tempo e nelle tradizioni. Un luogo affascinante e suggestivo da visitare assolutamente se si è a Venezia, prendendo il vaporetto. Come arrivare a Burano e cosa vedere? Scopriamolo insieme. 

Burano: cosa vedere tra merletto e colori

Il fascino di Burano è dato dai mille colori delle case che la compongono e che si riflettono nelle acque dei canali. Sembra di fare un salto indietro nel tempo: i balconi variopinti decorati da fiori, i pescatori che portano il pescato con le loro imbarcazioni tipiche, il relax dato dall’assenza delle auto. 

Dopo essere scesi dal vaporetto vi troverete subito in un prato verde dove è posta la scultura dell’artista del luogo Remigio Barbaro

Proseguite poi verso l’unica piazza dell’isola, Piazza Galuppi, dove subito vi imbatterete in quella che è la tipicità di Burano, ovvero la lavorazione del merletto. Signore d’altri tempi sull’uscio delle loro case lavorano il merletto con il tombolo mentre chiacchierano nei campielli. Verrete invitati, se vi andrà, nei vari negozi a scoprirne i segreti.

Come nella vicina isola di Murano, anche qui potrete ammirare la lavorazione del vetro a lume, tecnica tipica della Laguna di Venezia. In una casetta verde, al civico 132 della Fondamenta Giudecca, troverete inoltre una piccola fabbrica di meraviglie in vetro.

Non perdete poi il Museo del Merletto e l’edificio più famoso dell'isola, "la Casa di Bepi Suà", dipinta in tanti colori, divisi in forme. Si dice che un tempo i pescatori colorassero in tonalità così accese le loro case per poterle riconoscere da lontano dopo tanto tempo in mare.

Camminate tra callette, viuzze e rive: oltre alle case colorate incontrerete il campanile storto (si trova sul retro della chiesa di San Martino Vescovo), che sovrasta l'isola. 

La posizione migliore per vederlo è quella dal ponte di Terranova. Fu costruito nel XVII secolo e, a causa di un cedimento del terreno è inclinato di 1,83 metri.

Cosa mangiare a Burano

Il pesce fresco a Burano arriva ogni giorno, tant’è che l’isola è abitata prettamente da pescatori. Per una sosta quindi dovete assolutamente assaggiare i piatti di pesce di Burano, come il tipico risotto di gò, cucinato con un brodo preparato con il ghiozzo, un pesce della Laguna di Venezia. Troverete qui, come in città, il baccalà mantecato, le sarde in saor, il fritto misto con pesci di laguna, le sardine fritte e marinate con aceto e cipolla.

Per soddisfare la voglia di dolce invece dovete assaggiare il bussolà di Burano, un dolce tipico dell'isola a forma di ciambella, del quale esiste anche una variante a forma di esse, chiamata proprio così. È preparato con uova, farina, zucchero e burro e nel passato era il dolce che le mogli dei pescatori davano loro quando si allontanavano da casa per un lungo periodo.

Come arrivare a Burano

Burano è un'isola della Laguna di Venezia. Si trova nella parte settentrionale, a circa 11 chilometri da un’altra destinazione che richiama turisti da tutto il mondo, Murano.

Burano è collegata a Venezia attraverso il percorso canale Bisatto - canale Carbonera - scomenzera San Giacomo e richiede circa 45 minuti di navigazione. Si può raggiungere più velocemente, in 10 minuti, da Treporti e da Punta Sabbioni, in mezz’ora. 

Mappa e cartina

Autore: Paola Toia

Scopri