Idee di viaggio

Il Palazzo Ducale di Venezia

Ecco perché visitarlo assolutamente

Il Palazzo Ducale di Venezia VISITE Shutterstock
5/5

Venezia è un gioiello da scoprire in tutti i suoi angoli, dai più conosciuti sino ai più remoti. Piazza San Marco con il suo campanile o le isole della Laguna da vedere, il celebre Carnevale o il Festival del Cinema da seguire (speriamo quanto prima proprio sul posto). Ogni dettaglio che fa parte della tradizione di questa città, che possiede un fascino fuori dal tempo, merita una menzione.

Questo vale anche, ovviamente, per il Palazzo Ducale, uno dei simboli di Venezia, che si trova proprio a Piazza San Marco. Anticamente era chiamato Palazzo Dogale, perché era la sede del Doge, il capo di stato della repubblica di Venezia, e delle magistrature. Oggi è un monumento dal valore storico e architettonico inestimabile.

ACQUISTA I BIGLIETTI PER IL TOUR DI PALAZZO DUCALE CON INGRESSO SALTA FILA

Il Palazzo Ducale di Venezia

  • Un po’ di storia del Palazzo Ducale di Venezia

Costruito a cavallo tra il X e l’XI secolo, rappresenta per eccellenza lo stile gotico veneziano. Palazzo Ducale ha iniziato ad assumere la sua forma attuale durante il regno del doge Bartolomeo Gradenigo ma fu uno dei successori, Francesco Foscari, ad estenderlo fino alla Basilica di San Marco. 

Nel corso del XVI secolo venne danneggiato da tre incendi che deturparono la struttura e distrussero diversi dipinti conservati nel palazzo, molti dei quali – che non erano completamente andati – distrutti vennero però recuperati e restaurati. Dopo la caduta della repubblica di Venezia, il palazzo Ducale divenne una sede amministrativa, oggi è un luogo espositivo e museale, nonché un monumento da visitare.

  • La Scala dei giganti e la Scala d’oro

Anche la Scala dei Giganti, che venne danneggiata dagli incendi, fu restaurata, ed è oggi una delle due principali scalinate di Palazzo Ducale. Deve il suo nome alle giganti statue che raffigurano Marte e Nettuno, che furono poste sulla scala nel 1567 e rappresentano la potenza di Venezia e il suo dominio sia sulla terra che per mare.

La scala d’Oro è invece la prosecuzione della Scala dei Giganti e deve il suo nome alle numerose decorazioni in stucco bianco e foglia di oro zecchino della volta che la sovrasta. Fu progettata da Jacopo Sansovino e costruita tra il 1556 e il 1567. 

  • La Porta della Carta del Palazzo Ducale

L’ingresso monumentale del Palazzo Ducale, è detta “della carta” perché è su questo portone che si affiggevano leggi e decreti della repubblica veneziana. Fu realizzata tra il 1438 e il 1442 da Bartolomeo Bon, come riportato nei documenti dell’Archivio di Stato di Venezia, in marmo di Istria e di Carrara. 

Negli intarsi di marmo sono inserite quattro statue che rappresentano le doti che un buon Governo deve avere: Fortezza, Speranza, Carità e Prudenza. Su di loro invece svetta un’altra statua che simboleggia la maggiore delle qualità che si vuole legare all’attività amministrativa: la Giustizia. 

LEGGI ANCHE: VENEZIA SEGRETA

Curiosità

Forse non tutti sanno che il colore di Palazzo Ducale cambia a seconda del momento della giornata, passando dal rosa delicato al bianco rosato. Ovviamente si tratta di un’illusione dovuta alle testate gotiche simmetriche e agli effetti della luce. 

Un’altra curiosità riguarda invece la cosiddetta “Bocca del Leone”, che si trova all’interno del palazzo. Anticamente era una sorta di buca delle lettere in cui si potevano denunciare tramite missiva le pratiche illegali dei cittadini veneziani, anche in forma anonima.

ACQUISTA I BIGLIETTI PER IL TOUR DI PALAZZO DUCALE E BASILICA DI SAN MARCO

Visite orari e biglietti

Il Palazzo ducale è aperto al pubblico secondo le normative vigenti sull'emergenza sanitaria. Sul sito ufficiale trovate tutte le informazioni utli su aperture, orari e biglietti. 

Autore: Paola Toia

Scopri