Idee di viaggio

In bicicletta sulla Riviera del Brenta

Pedalare dolcemente alla scoperta delle ville del Brenta.

BICICLETTA Shutterstock
5/5

La Riviera del Brenta si affaccia sul Naviglio del Brenta tra vecchi ponti, natura e maestose ville.

Il naviglio parte da Venezia e collega il veneziano al padovano. L'aristocrazia veneziana lo percorreva per raggiungere le ville Palladiane (anche conosciute come ville venete) che si era fatta costruire in campagna: dimore stupende costruite tra il XVI e il XVIII secolo dove le esigenze della tenuta e della fattoria si legavano all'eleganza di una residenza aristocratica.

GUARDA ANCHE: GUIDA ALLE VILLE VENETE, ITINERARIO

La Riviera del Brenta in quegli anni veniva raggiunta solo in barca. I nobili veneti venivano trasportati sul fiume da un battello trainato dalle rive da uomini, buoi o cavalli.

Anche oggi la Riviera del Brenta può essere esplorata a bordo di una crociera turistica, ma abbiamo un'alternativa in più: la bicicletta.

GUARDA ANCHE: PISTE CICLABILI

Riviera del Brenta in bicicletta

Si parte da Vigonovo dove c'è Villa Sagredo e si prosegue in direzione Strà sull'argine sterrato.

All’incrocio del fiume Brenta con il canale Piovego si incontrano le chiuse che permettono alle barche di entrare nel naviglio. 

GUARDA ANCHE: BORGHI PIU' BELLI DEL VENETO

Il ponte sul Brenta si attraversa utilizzando la ciclabile. Da Via Barbariga, che percorre la destra del Naviglio si raggiunge San Pietro di Strà.

Sulla sponda sinistra ci sono Villa Foscarini Rossi e Villa Pisani, poi Villa Loredan, La Barbariga e Villa Benzi.

 

#igerspadova #igfriends_veneto #igersitalia #ig_padua

Una foto pubblicata da Giovanni Bertoli (@giober39) in data: 23 Apr 2014 alle ore 15:55 PDT

L'entrata a Dolo è una delle zone più belle del percorso. Si può visitare l'antico mulino ad acqua e una zona di sosta romana.

Dopo Dolo si devia su Via Brenta Bassa perché le ville Venete in questo tratto di strada sono vicine alla riva del fiume e rendono il percorso troppo stretto. La strada è asfaltata ma aperta solo ai residenti.

#rivieradelbrenta # colour#Happyday#purple#

Una foto pubblicata da @dende73 in data: 23 Apr 2015 alle ore 02:32 PDT

Villa Badoer-Fattoretto, Villa Tito, Bon Tessier e Villa Scalella precedono l'antica fabbrica della Mira-Lanza dove il canale si trasforma in un grande stagno con cigni e un isolotto. Si prosegue fino a Villa Valmarana (visitabile).

Ad Oriago, sulla destra del Naviglio, inizia il tratto chiamato Riviera Bosco Piccolo dove ci sono agriturismi dove fermarsi.

A Malcontenta si visita la Palladiana Villa Foscari fino all'ultimo tratto di percorso che porta a Fusina, allo sbocco del fiume nella Laguna di Venezia.

Qui trovate 5 itinerari da fare in Veneto in bicicletta e qui le piste ciclabili più belle d'Italia

Scopri