Idee di viaggio

Cosa vedere e quando andare in Madagascar

Guida alle cose da fare e vedere in Madagascar

Madagascar NATURA Shutterstock

L’ultima volta che in preda ad una immotivata euforia vi siete messi a twerkare in corridoio dopo la doccia della domenica, con buona probabilità avete rovinato l’appetito ai vostri sventurati congiunti. 

Nel mondo di animali parlanti invece, un simpatico lemure con una corona in testa vi avrebbe lusingato sussurrandovi “mi piace se ti muovi, mi piace quel che muovi”. La strampalata scimmietta ballerina di nome Re Julien è la co protagonista di una fortunata serie di film di animazione della Dreamworks Animation intitolata Madagascar.

Senza voler per forza mortificare le vostre doti danzerecce, sarebbe troppo riduttivo associare il nome di una delle isole più belle al mondo alle coreografie di una specie di scimmietta invasata. 

Questa affascinante isola al largo della costa sud-orientale dell'Africa è molto più di questo. Si tratta della quarta isola più grande del mondo, con una popolazione multiculturale di circa 22 milioni di persone, custode di un incredibile patrimonio naturale composto da una varietà unica di animali e piante oltre a quasi cinque mila chilometri di costa assolata.

La sua straordinaria diversità naturale gli ha fatto guadagnare il soprannome di "ottavo continente". Un paese dove la tradizione pervade la cultura nazionale, con evidenti riflessi nell'architettura, nell'arte e nei costumi sociali.

Negli ultimi anni, l'isola è diventata sempre più popolare come destinazione turistica, in particolare per gli amanti della natura, che vengono a esplorare i numerosi parchi nazionali e vedere la popolazione di lemuri del paese. 

Dove di trova e come raggiungere il Madagascar

Il Madagascar si trova nell'Oceano Indiano occidentale, a circa 425 km al largo della costa est dell'Africa meridionale, all’altezza del Mozambico.

Dall’Italia occorrono circa 13 ore di volo per raggiungere l’isola e non esistono voli diretti tra le due capitali Roma e Antananarivo. Le principali compagnie aeree che coprono la tratta sono: Alitalia, Air Madagascar, Ethiopian Airlines e Kenya Airways.

Le lingue ufficiali del paese sono il malgascio e il francese ma anche l'inglese è ampiamente parlato soprattutto nei luoghi turistici. 

Quando andare? Il clima del Madagascar

Il clima dell’isola è dominato dagli alisei sud-orientali che spirano dall'Oceano Indiano. Il Madagascar ha due stagioni, una delle piogge calde da novembre ad aprile e una più fresca che inizia a maggio e dura fino a ottobre.

Il periodo che va da aprile a ottobre è, in generale, il momento migliore per visitare il Madagascar. Questa stagione secca e fresca definita inverno australe presenta giorni luminosi e caldi e notti miti. Le temperature sono alte a livello del mare e ancora di più  a nord e sulla costa occidentale, mentre Il sud può essere molto più freddo. Questa stagione - più fresca dell'estate - è ottima per visitare anche le città. 

Da giugno a settembre invece è il momento ideale per visitare il Madagascar se si vogliono osservare le balene durante la loro migrazione verso nord. Da novembre a marzo, un'estate calda e umida vede forti piogge sferzare i pendii orientali e gli altipiani e feroci cicloni colpiscono la costa orientale.

LEGGI ANCHE: MADAGASCAR FAI DA TE

Cosa Vedere in Madagascar

Il Madagascar è uno dei luoghi più singolari del pianeta. Presenta spiagge dorate, montagne lussureggianti, formazioni calcaree e aridi canyon. La sua capitale Antananarivo, è un insieme di storia coloniale, cultura e raffinata cucina moderna. 

Qui c'è qualcosa per tutti dagli amanti degli animali, agli appassionati di attività all'aperto. Nei parchi nazionali Lokobe, Mantadia e Isalo, i visitatori possono trovarsi faccia a faccia con lemuri, camaleonti e serpenti, oltre a una serie di alberi e piante come gli enormi Baobab dell’isola.

Numerose possibilità di escursioni sono disponibili presso la riserva naturale Tsingy de Bemaraha e il parco Tsingy Rouge. Sia che si cerchi relax su spiagge incontaminate o di addentrarsi nella foresta pluviale, i viaggiatori troveranno ciò che desiderano, comprese attività sportive come lo snorkeling tra le tartarughe marine, il windsurf e il kitesurf.

  • Antananarivo

Antananarivo, è la città più grande del Madagascar e una delle più vivaci dell’intero continente africano. Ospita siti storici, architettonici e culturali con palazzi e chiese lungo le sue strade acciottolate. La città è divisa su 3 livelli: il centro, il livello intermedio e la città vecchia nella parte alta, dove si trovano: il palazzo della Regina, l’antico palazzo Rainilaiarivony, il palazzo di giustizia e la zona residenziale di antiche famiglie nobili.

  • Nosy Be

Nosy Be è la località turistica più frequentata del paese, situata al largo della costa nord-occidentale del Madagascar. Il suo clima tropicale e la sua posizione la rendono la destinazione perfetta per i bagnanti. Le spiagge di Nosy Be sono l'ideale per nuotare rimanendo poco profonde e molto tranquille. 

  • Parco nazionale di Ranomafana  

È uno dei parchi più importanti del Madagascar creato in seguito alla scoperta del lemure di bambù dorato. Ranomafana è stato preso a modello per i successivi parchi e riserve nel paese e nelle aree più distanti offre una vera esperienza di vita selvaggia.

  • Strada sterrata dei Baobabs

La strada sterrata dei Baobabs è un gruppo di baobab nella regione di Menabe, nel Madagascar occidentale. È una fila di circa 20 - 25 imponenti alberi di baobab lungo un tratto lungo circa 260 metri. È  uno dei luoghi più visitati dell’isola e viene considerato il primo monumento naturale del Madagascar grazie al suo paesaggio suggestivo.

  • Isalo National Park

Questo parco offre alcuni dei paesaggi più spettacolari del paese. È costituito da formazioni di roccia arenaria risalenti al periodo giurassico, profondi canyon, oasi fiancheggiate da palme, foreste di tapia e vaste praterie. Questo è il posto migliore per vedere i lemuri dalla coda ad anelli  e i siti di sepoltura dell’ antica tribù Bara.

  • Parco nazionale Andasibe 

A tre ore di auto da Antananarivo, il Parco nazionale Andasibe è la più visitata delle aree protette. Ospita 11 diverse specie di lemuri nel loro ambiente naturale, numerose specie di uccelli, rettili, insetti e batraci. La sua flora, è composta dalla lussureggiante vegetazione delle foreste tropicali con diverse varietà di felci, piante rampicanti, orchidee e palme nane.

  • Tsingy de Bemaraha 

È uno dei parchi più recenti del Madagascar noto soprattutto per i suoi canyon e gole piene di animali e vegetazione. Il canyon del fiume Manambola che costituisce il confine meridionale del parco offre un magnifico spettacolo naturale.

 

La bellissima isoletta di Santa Maria è conosciuta per la presenza dell'unico cimitero dei pirati conosciuto al mondo. Una trentina di lapidi di pietra sono ancora intatte, molte delle quali ornate con il jolly roger, il teschio con le tibie incrociate simbolo ufficiale dei pirati.  

 

Spiagge più belle del Madagascar

  • Anjajavy beach
  • Manafiafy 
  •  Tsarabanjina
  • Nosy Komba
  • Nosy Be
  • Île aux Nattes
  •  Ille Sainte Marie
  • Andovoke bay
  • Nosey Iranja

Mappa e cartina

Autore: Giorgio Calabrese

Scopri