Idee di viaggio

Due giorni a Brno

Un fine settimana a Brno alla scoperta di una città piacevole e poco turistica.

Brno VIAGGI URBANI iStock
/5

Periodo: luglio

La partenza, dopo il viaggio in frecciarossa da Firenze a Milano, è da Bergamo Orio al Serio alle 16:15 di venerdì e dopo un'oretta di volo e sorvolato il famoso circuito Masaryk atterro al piccolo aeroporto ceco. Ogni mezz'ora c'è l'autobus 76 che al costo di 25Kč in una mezzoretta porta alla bella stazione centrale. Qui trovo la mia amica che mi aspetta, dopo i riti dei saluti ci incamminiamo verso casa passando per il centro di Brno.

Subito rimango stupito dalla tranquillità di questa città, traffico pari a zero (forse anche per gli ottimi servizi di tram, autobus e filobus) e persone a giro molto poche. Passiamo per la Náměstí Svobody, Piazza della Libertà la piazza principale dove si trova la curiosa Casa dei Quattro Mamlas e nella quale avevano allestito una piccola spiaggia artificiale sotto la colonna della Peste. In questa piazza inoltre si può vedere il Palazzo Schwarz e un moderno orologio astronomico in granito nero, a forma di un proiettile: ogni giorno alle ore 11 dal suo interno esce una pallina “Brněnka” che simboleggia la leggenda di Petrov. Questo è anche un punto di ritrovo per i ragazzi della città.

Sistemato a casa e cenato insieme ai miei amici è tempo di pettinarsi e uscire alla scoperta della nightlife della città. Dopo una birra in compagnia ci rechiamo al Metro Music Bar. L'ingresso costa solo 50Kč, è molto carino e molto frequentato. La musica?? Qui il dj si diverte a suo piacimento, si passa dai Nirvana a David Guetta passando per le hit ceche. Gli aspetti negativi sono il forse troppo caldo e il fatto che in Rep.Ceca si può ancora fumare all'interno dei locali. L'aspetto positivo...bhè...la gente che frequenta questo posto. :P Cotti come non mai torniamo a casa quando ormai albeggia e ci buttiamo a letto....o meglio io sul comodissimo divano di sala.

Sabato mattina ci svegliamo dopo mezzogiorno e andiamo a pranzo vicino alla Mendlovo Náměstí nel posto dove producono la famosa birra della città, la "Starobrno". Nonostante il caldo che avvolge la città saliamo in cima alla collinetta che ospita lo Špilberk, il castello che "ospitò" la prigionia di Silvio Pellico e Piero Maroncelli. Nel pomeriggio continuiamo la visita della città con la Cattedrale di San Pietro e Paolo e l'importante piazza del Mercato (Zelný Trh) nella quale si trova il teatro Reduta dove si esibì un giovanissimo Mozart e il barocco palazzo Dietrchstein in cui oggi è ospitato il Museo del territorio moravo. Nella città si trovano alcune chiese, tra le quali la Jan Amos Komenský chiamata la "chiesa rossa" perchè caratterizzata da mattoni di color rosso e la bella Chiesa di San Giacomo. Accanto alla Chiesa di San Tommaso si trova il Palazzo del Governo dove Napoleone soggiornò due volte e attualmente sede della Galleria Morava.

La Chiesa dei Cappuccini invece è caratterizzata dalla sua cripta interna. Nel Vecchio Municipio si trovano il drago di Brno e la ruota del carro: simboli noti della città. Mentre il Municipio Nuovo nel XIII secolo era un monastero domenicano. Infine un giretto al parco Lužánky è da fare.

Un consiglio è quello di bere un cocktail al Terraza café & bar in cima al Palazzo Dům Pánů z Lipé in piazza della Libertà, dove è possibile ammirare un bel panorama sulla città.

A Brno si trova anche Villa Tugendhat: progettata negli anni 1928-30 dall'architetto tedesco Ludwig Mies Van der Rohe e Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. È uno degli edifici più rappresentativi dell'architettura moderna, ma che non ho visitato perchè di non mio interesse!!

Stanchi dopo la giornata da turisti ci andiamo a preparare per la serata. Docciati e pettinati andiamo a cena in uno dei numerosi locali cittadini insieme ai colleghi di lavoro dei miei amici. Dopo una bella cena ceca andiamo a fare una bevuta in un bar dove lavora un ragazzo italiano che ai miei amici, nostalgici, prepara un ottimo "Negroni": forse l'unico che si trova in tutta la Rep.Ceca.

Arrivato il momento dance ci dirigiamo verso il Bastila, anche qui l'ingresso costa solo 50Kč. Il locale è molto particolare, pieno di cunicoli e stanze particolari. Qui fanno musica dance e il divertimento assicurato. Anche questa volta torniamo a casa barcollanti quando sta già albeggiando.

Dopo aver dormito tutta la mattina, domenica abbiamo preso il tram 3 e ci siamo diretti al Lago di Bystric, a nord ovest della città. Questo posto è molto frequentato dagli abitanti del luogo, dove si può mangiare, prendere il sole, noleggiare pedalò o fare un giro in barca intorno ai paeselli che si trovano sulle sponde del lago. La giornata è veramente calda e qui tra un boccale di birra e quattro chiacchiere si riesce a passare davvero una bella giornata di riposo. La sera di domenica è semplicemente dedicata ai saluti con i colleghi dei miei amici con i quali ho fatto amicizia e con i quali andiamo a mangiare in un posto spettacolare dove servono uno spiedino lungo quasi un metro.

La mattina di lunedì dopo un ultimo giretto in centro riprendo l'autobus numero 76 per l'aeroporto: alle ore 13 decolla il mio volo RyanAir per Bergamo. Infine grazie alla promo di Trenitalia trovata anche sul viaggio di ritorno riprendo il mio frecciarossa Milano-Firenze!

Che dire della città? Città poco turistica, non c'è molto da vedere. Ma se uno si trova di passaggio da queste parti una visita merita, soprattutto se come me si amano i paesi slavi. Inoltre, secondo me, è un posto dove si vive molto bene vista la tranquillità e la mancanza di caos! Da Brno infine è molto veloce raggiungere città come Praga, Vienna, Bratislava, Cracovia, Wrocław, Dresda, München.

Scopri