Idee di viaggio

Barcellona in un giorno

Con il nostro Andre86 partiamo per un altro day tour. E' il turno di Barcellona stavolta, per una full immersion tra i monumenti, i parchi e i quartieri più belli della città.

Barcellona VIAGGI URBANI Shutterstock
/5

Periodo: Primavera

"Ci immergiamo nel caos de La Rambla con i suoi curiosi personaggi e ballerini di flamenco [...] ci lasciamo guidare dall'istinto e dalla curiosità senza affidarci all'ausilio della cartina".


Dopo Londra, Alghero, Cagliari e Bari ho deciso di fare un altro day-trip che "mamma" Ryanair propone da Pisa! Quindi io e la mia fidanzata decidiamo di fare un giretto in Spagna per festeggiare i sei anni di anniversario. Dopo aver dormito solo 4 ore Andiamo al parcheggio P4, dove avevo prenotato on-line un posto macchina per l'intera giornata al costo di soli 6 euro. Il parcheggio è situato a poco meno di 1km dall'aeroporto ma c'è una comodissima e gratuita navetta.

Alle 6:35 partiamo da Pisa e come sempre con Ryan atterriamo a Girona con i soliti 20-30 minuti di anticipo. Ci dirigiamo verso la stazione degli autobus e per 21 euro compriamo un A/R per Barcellona, che dista ben 100km. L'autobus dovrebbe partire alle 8:45, ma si riempie velocemente e alle 8:25 siamo già in viaggio per l'estacio del Nord.

Appena arrivati andiamo subito a fare un giretto all'Arco di Trionfo e da lì prendiamo la metro L1 che porta in Piazza Catalunya, decidiamo di comprare il biglietto valido per 10 corse di tutti i mezzi urbani per circa 7 euro. E' solo mattina, ma c'è parecchio caldo e in cielo non si vede nemmeno una nuvola: ottimo! A questo punto andiamo a Parc Guell; avevo letto su internet che si arriva velocemente con la metro verde ma poi c'è da fare una quindicina di minuti a piedi e in salita e con questo caldo non mi sembra il caso. Quindi decidiamo di prendere l'autobus 24 che forse ci mette un po' di più della metro ma arriva esattamente al parco.

Fatte le solite foto di rito al bellissimo parco del celebre Gaudì e mangiato un panino al volo, riprendiamo l'autobus direzione Casa Milà.

Un po' di foto anche qui e via a prendere la metro L5 in direzione Sagrada Familia. E' cambiata parecchio rispetto a 6 anni fa quando la vidi per la prima volta, ma credo che non finiranno mai i lavori. Giriamo intorno alla Chiesa e in una fontanella, in un parco accanto, ci rinfreschiamo un po', ci cambiamo la maglietta e ripartiamo! Questa volta prendiamo la metro L2 per andare a fare qualche foto alla Casa Batllò.

Da qui, ripassando da Piazza Catalunya e facendo un salto al FC Barça Store, ci "immergiamo" nel caos de La Rambla con i suoi curiosi personaggi e ballerini di flamenco. Facciamo un salto al mercato ortofrutticolo! Stupendo: ci sono giochi di colori davvero unici e l'ambiente è molto divertente. Compriamo una delle numerose granite (la mia ahimè facevo schifo però) e una scatolina di frutta fresca per rinfrescarci un po'.

Percorriamo tutta La Rambla fino ad arrivare al monumento di Cristoforo Colombo e quindi al porto. La giornta è davvero fantastica, il mare è stupendo e quindi decidiamo di fermarci in un barrettino sul mare accanto al MareMagnum.


Qui sorseggiamo (un litro!!) di un'ottima sangria e poi riprendiamo il cammino in direzione Barrio Gotico.

Ci "immergiamo" nelle stradine del centro storico e ci lasciamo guidare dall'istinto e dalla curiosità senza affidarci all'ausilio della cartina. Le diamo solo un'occhiata per capire dove stiamo per rimboccare La Rambla. Da qui decidiamo di prendere l'autobus per andare alla spiaggia della Barceloneta. Sfortunatamente ci siamo dimenticati il costume, ma ci togliamo lo stesso scarpe e maglietta facendo una passeggiata sulla battigia arrivando fino agli scogli dove ci fermiamo a riposare e a prendere un po' di sole.

C'è ancora un po' di tempo quindi decidiamo di andare a piedi fino all'Estacio del Nord. Vediamo che sta per partite l'autobus, sono le 18 e l'aereo ce l'abbiamo alle 22:35 ma siamo troppo stanchi quindi decidiamo di prenderlo lo stesso.

Arriviamo al'aeroporto di Girona verso le 19:20 e andiamo a recuperare un po' di energie concedendoci una cena tranquilla per poi superare i controlli di sicurezza, comprare un po' di sangria e altri souvenir ed infine stravaccarsi sulle poltrone aspettando l'imbarco.

Con un pochino di ritardo finalmente partiamo e in anticipo di 10 minuti alle 23:45 risiamo a Pisa! Riprendiamo la macchina e ce ne andiamo, merititatamente, a dormire.

Anche questa gita fuori porta è finita!

Scopri