Idee di viaggio

Il cammino dei fari

Il Camiño dos Faros percorre 200 km di costa galega passando per rive leggendarie e peasi di pescatori, da un faro all'altro

Cammino dei fari A PIEDI Shutterstock
5/5

Sulla costa della Galizia, che un tempo si pensava segnasse i confini del mondo, c'è un cammino speciale. Il cammino dei fari costeggia la riva del mare lungo 200 km di litorale galego, unendo un faro all'altro.

Si parte da Malpica e si percorrono i 200 km di spiagge e sentieri che portano a Finisterre, il punto più occidentale della Spagna.

l fari, guardiani muti con un occhio solo, vigilano sulla costa e oggi come ieri illuminano le acque ai naviganti. Questo tratto della Spagna nord-occidentale si chiama Costa da Morte ed il nome la dice lunga. Le scogliere frastagliate e gli isolotti vicini alla terra ferma, infatti, rendevano la navigazione particolarmente ostile e, quando l'oceano galoppava più furioso, poteva inghiottire marinai e navi.

cammino-dei-fari-3

Cammino dei fari

Il cammino dei fari passa per spiagge, dune, scogliere, foreste ed estuari; per fortezze, paesi di pescatori e, ovviamente, per i fari che, con la loro mole romantica e rassicurante, sfidano vento urlante e salsedine.

Quello di Finisterre e la Torre d'Ercole sono le costruzioni più iconiche della Costa da Morte, ma ci sono anche il faro rettangolare di Capo Silleiro, la cui lanterna è visibile da 64 chilometri di distanza ed il panorama da 80 metri di altezza spazia fino Isole Cíes ed al Portogallo, il faro di Punta Mena e Capo Prior e tanti altri.

A Capo Corrubedo vi innamorerete del paesaggio che si apre sulla Ría de Arousa ed un hotel a 100 metri dal faro vi ristorerà dalla fatica del cammino.

Lungo la strada che dalle falde del Monte Louro raggiunge punta Queixal ammirerete il profilo della lanterna delinearsi ad ogni passo. A Carnota, dalla torre cilindrica del faro di Punta Insua, l'immensità dell'Oceano esplode in tutta la sua impensabile smisuratezza. In questa zona ci sono i granai tradizionali galeghi, costruiti su palafitte di pietra, che sembrano monumenti solitari davanti all'infinito. 

A Capo Fisterra siamo in terra di leggende. I Romani pensavano che il sole tramontasse ogni notte qui, e che oltre il capo si estendesse il regno delle nebbie e dei mostri spaventosi. I pellegrini che percorrono il cammino di Santiago bruciano i loro panni nei pressi del faro quadrato del capo, come simbolo di purificazione. 

Più avanti la roccia del Centulo (il demonio) ricorda le tante navi che naufragarono, mentre il faro bianco di Punta Laxe ci rallegra con uno dei paesaggi naturali più belli ed incontaminati della Spagna. 

torre-di-ercole_1

La Torre di Ercole è il faro più antico del mondo e secondo il mito fu proprio Ercole ad edificarlo. Si può visitare all'interno, affacciandosi al suo belvedere a 60 metri di altezza sul mare. 

Qui trovate tutti i fari che incontrerete lungo il cammino e qui la nostra selezione dei fari più belli della Spagna

cammino-dei-fari

cammino-dei-fari-2

Tappe e percorso

Il percorso è suddiviso in 9 tappe e segnalato dalle frecce verdi. Ogni tappa misura dai 17 ai 32 km. Alcuni tratti del percorso sono abbastanza impegnativi e non adatti ai principianti. Ciò non significa che bisogna essere degli atleti e degli arrampicatori di montagne per percorrere il cammino dei fari, ma che è necessario allenarsi prima della partenza, indossare scarpe ed abbigliamento adatto e non avere particolari problemi fisici.

Mappa 

Qui sotto trovate la mappa del percorso con la possibilità di visualizzare anche le strutture dove dormire, i servizi, le spiagge ed i contenitori per i rifiuti;)

 

 

Scopri