Idee di viaggio

Cosa vedere a Las Palmas

La città principale dell’isola di Gran Canaria dove trovare l’estate tutto l’anno

Las Palmas cosa vedere MARE Shutterstock
5/5

Las Palmas è la città principale dell’isola di Gran Canaria e, insieme a Santa Cruz de Tenerife, è capoluogo della comunità autonoma canaria. Si trova nella parte nord-orientale dell’isola a circa 150 km dalla costa marocchina, affacciata sull’Oceano Atlantico. 

È una località turistica spesso sottovalutata ma può essere una sosta interessante nel vostro viaggio alle Canarie. Las Palmas fu fondata nel 1478 da Juan Rejòn, divenendo nel secolo seguente un importante scalo sulla rotta delle Americhe. La città è conosciuta anche per aver ospitato Cristoforo Colombo prima del suo viaggio verso il Nuovo Mondo. 

L’architettura coloniale del centro, la vivacità del porto e delle sue spiagge e il clima tropicale fanno di Las Palmas un’eccellente meta di vacanza adatta ad ogni periodo dell’anno. 

Cosa vedere a Las Palmas

  • Vegueta
  • Triana
  • Parque Doramas
  • Centro moderno 
  • Cattedrale di Sant'Anna
  • Casa museo di Cristoforo Colombo 
  • Casa museo Pérez Galdós
  • Muelle Deportivo 
  • Museo Canario
  • CAAM – Centro Atlántico de Arte Moderno 
  • La Isleta 
  • Spiagge di Las Palmas

I quartieri Vegueta e Triana

I quartieri Vegueta e Triana sono stati dichiarati Patrimoni storici spagnoli e rappresentano il cuore di Las Palmas. Vegueta è il quartiere più antico della città, il primo insediamento castigliano nell’Atlantico e il luogo da cui partì la conquista delle Canarie da parte della Corona di Castiglia. Plaza Santa Ana ne è il fulcro, su cui si affaccia la Cattedrale di Sant’Anna. Intorno alla piazza si trovano invece il palazzo comunale, il Vescovado e la Casa Reale, palazzi ricchi di storia e di architettura. Il quartiere ospita poi diversi musei, come la Casa di Colombo, il Museo Canario, il Museo Diocesano e il Centro Atlantico di Arte Moderna. Vegueta inoltre incanta per l'architettura coloniale che spicca dalle facciate delle case con i balconi in legno, dai cortili dei palazzi ricchi di piante, dalle vie lastricate, nonché dalle piazze, oggi pedonali, come quella dell'Espiritu Santo.

L’altro antico quartiere Triana, invece, si estende sull'altro margine del Barranco Guiniguada, ed è diventata la principale area commerciale e di intrattenimento. Anche Triana conserva edifici storici di grande valore storico ed artistico, come il Teatro Pérez Galdós, dagli interni riccamente decorati e ispirati allo stile italiano. Nel tempo nel quartiere si sono trasferite numerose famiglie armatoriali, che hanno costruito le proprie residenze in base agli stili architettonici in voga nei secoli che vanno dal XVIII al XX. Perciò Calle de Triana, dove si concentra la maggior parte di questi palazzi, è stata dichiarata monumento storico nazionale. Uno dei luoghi di incontro del quartiere è Plaza de Cairasco, dove si affacciano l'Hotel Madrid e il Gabinete Literario in stile art nouveau, che ospita una Società Letteraria, oltre ad un ristorante/bar con una bella terrazza ombreggiata. Nei dintorni si trova la chiesa di San Francesco d'Assisi, in stile coloniale. Nella zona nord di Triana si trova, invece, il Parco San Telmo, dove sorge la piccola chiesetta di San Telmo, a cui sono devoti marinai e pescatori.

Il centro moderno di Las Palmas 

Il centro moderno di Las Palmas è costituito da una serie di giardini che danno vita al Parco Doramas, che ospita piante e fiori autoctoni. Qui si trova anche il Museo Néstor, dedicato ad uno degli artisti più importanti delle Canarie, Néstor Fernández de la Torre. Nel parco si trova poi lo storico Hotel Santa Catalina, dallo stile coloniale, che ha ospitato la celebre scrittrice Agatha Christie. Un altro parco importante nella zona è il Parco Santa Catalina, dove sorge il famoso Museo della Tecnologia e delle Scienze che affascina grandi e bambini. Il parco di solito ospita grandi manifestazioni popolari, come il Carnevale o i numerosi festival. Il centro moderno, infine, si affaccia sul mare attraverso il molo sportivo. 

Cattedrale di Sant’Anna

La cattedrale di Sant’Anna, patrona di Las Palmas de Gran Canaria, si trova nel centro storico della città nel quartiere di Vegueta. La sua costruzione iniziò intorno al 1500, ma venne interrotta per mancanza di fondi. Così il lungo processo di costruzione ha fatto sì che la cattedrale oggi presenti diversi stili, dal tardo gotico dell’interno al neoclassicismo dell’esterno. La cattedrale custodisce diverse opere come il grande lampadario realizzato da artigiani genovesi, le vetrate raffiguranti scene di vita quotidiana di Santa Ana e della Vergine Maria, e capolavori come il Cristo di Luján Pérez e la Virgen de los Dolores de Vegueta, realizzati da rinomati artisti delle Canarie. In un'ala della cattedrale si trova il museo Diocesano, nel quale sono conservati tesori dell'arte sacra. Non dimenticate di salire in cima alla torre sud che offre una bellissima vista panoramica sulla città di Las Palmas con il blu dell'oceano sullo sfondo. 

Casa museo di Cristoforo Colombo 

Dietro la Cattedrale si trova la casa museo di Cristoforo Colombo, l’antica dimora del Governatore dell’isola e residenza temporanea di Cristoforo Colombo prima che partisse per le Americhe. Oggi La Casa de Colon è un museo dedicato al navigatore genovese e ai suoi viaggi verso il Nuovo Mondo. 

Casa museo Pérez Galdós

È la casa dove il famoso scrittore e drammaturgo spagnolo Pérez Galdós nacque e visse fino ai suoi 19 anni. La casa ha mantenuto l’aspetto originale. Nelle varie stanze si trovano una parte dei mobili delle case di Galdós a Madrid e Santander, oltre alla biblioteca, l’archivio e gli oggetti personali dello scrittore di Gran Canaria. Inoltre, la casa è una delle più rappresentative dell’architettura canaria dell’Ottocento. Ogni quattro anni organizza il Congreso Internacional Galdosiano, oltre a corsi e seminari specializzati sull’autore e la sua epoca.

Muelle Deportivo 

Il molo sportivo di Las Palmas è vicino al centro della città ed è un importante porto commerciale dell’Atlantico. Da questo porto ogni anni parte una delle più note regate transatlantiche, la Atlantic Rally for Cruisers, che ha come destinazione Santa Lucia, nei Caraibi. Il Muelle Deportivo è inoltre il posto dove sorseggiare un aperitivo al tramonto o dove cenare tra gli yacht. Nel weekend si anima con numerose feste e serate. 

Museo Canario 

Il Museo Canario si trova nel quartiere storico di Vegueta. Fondato nel 1879 per iniziativa di Gregorio Chil y Naranjo, il museo ospita una collezione permanente dedicata alla popolazione aborigena dell’isola di Gran Canaria, gli antichi Canarii. Tra i vari reperti vedrete vasi di ceramica, la collezione di idoli, tra cui il famoso Idolo di Tara, e gli elaborati sigilli chiamati pintaderas. Interessante anche la collezione di resti antropologici che è stata oggetto di studio da parte di numerosi ricercatori, oltre a manufatti dell’industria litica e ossea. Il museo inoltre ospita una biblioteca di oltre 60.000 volumi, molti dei quali riguardano la storia e l’evoluzione dell’arcipelago. 

CAAM – Centro Atlántico de Arte Moderno 

Aperto nel 1989, il CAAM è un museo dedicato all’arte contemporanea e uno dei più importanti riferimenti per la vita culturale e artistica delle isole Canarie. L’edificio, che conserva la facciata originale del XVIII secolo, si trova nel quartiere di Vegueta. Il museo possiede una collezione permanente di circa 2.500 opere, la maggior parte delle quali proviene dall’America, dall’Africa e dall’Europa. Sono allestite mostre temporanee che vanno dall’avanguardia storica alle ultime creazioni. 

La Isleta 

Dall'estremità settentrionale della Playa de las Canteras si può raggiungere a piedi il vecchio quartiere di pescatori, La Isleta, situato su una piccola penisola. È un quartiere popolare dove tra strette strade si vedono venditori ambulanti, vecchi negozietti e un'importante base navale spagnola. Il fulcro è la vivace Plaza Ingeniero Manuel Becerra. Sulla costa sud della penisola, vicino al porto, si trova il Castillo de la Luz, la più antica fortezza dell'isola di Gran Canaria. La penisola di La Isleta, inoltre, è separata dalla parte moderna di Las Palmas da una stretta insenatura, ed è delimitata dal porto Puerto de la Luz, uno dei più importanti d'Europa.

Le spiagge di Las Palmas 

Las Palmas ha diverse belle spiagge di sabbia dorata vicine al centro. Tra queste la più conosciuta è la Playa de Las Canteras, situata sul lato ovest dell’istmo di Guanarteme, che collega la penisola di La Isleta con il resto di Gran Canaria. È una spiaggia attrezzata lunga 3 km e dotata di tutti i servizi necessari. La particolarità è nella barriera corallina, che ripara la spiaggia stessa dalle correnti atlantiche ed è raggiungibile a nuoto dalla riva. La Playa de Las Canteras è il luogo ideale inoltre per una passeggiata al tramonto. All’estremità ovest si trova poi il moderno Auditorium Alfredo Kraus che ospita prestigiosi concerti di musica classica e leggera. 

A sud-ovest della penisola di La Isleta si estende la Playa del Confital, un’estensione naturale della spiaggia di Las Canteras. È costituita da enormi lastroni di roccia con uno strato di ghiaia in riva al mare. Le onde qui sono perfette sia per i surfisti amatoriali che per i professionisti, e le correnti oceaniche formano i cosiddetti tubi, usati dai surfisti più esperti. Ogni anno su questa spiaggia si svolgono eventi qualificanti per il campionato del mondo di surf professionistico. 

Un’altra spiaggia cittadina è quella di Las Alcaravaneras, 800 metri di sabbia dorata che si possono raggiungere a piedi dal Muelle Deportivo. È più piccola di Las Canteras, ma adatta per praticare tutti gli sport acquatici, specialmente la vela. 

A circa 10 km dal centro si trova poi la spiaggia de La Laja, lunga e larga. Per l’intensità delle correnti e delle onde, La Laja è la spiaggia preferita dai surfisti nell’isola Gran Canaria. 

Cosa mangiare a Las Palmas 

La cucina di Gran Canaria risente delle influenze di quella dell’Africa e dell’America Latina, perciò è una delle più multietniche d’Europa. Ecco alcuni piatti tipici da assaggiare: le papas (patate) spesso servite con salse piccanti, le mojos, tra cui il mojo rojo (salsa a base di peperoncino piccantissimo usato per i piatti di carne), il mojo verde (salsa a base di prezzemolo e coriandolo usato per i piatti di pesce) e il mojo picon (salsa a base di pepe, peperoncino e cumino); poi la sama fritta con mojo verde (pesce fritto condito con aglio, aceto e coriandolo), arroz con verduras (risotto con peperoni tritati, pomodoro, mais dolce e verdure), sancocho (pesce della famiglia delle spigole bollito e servito con mais e patate dolci), puchero (stufato con fagioli, ceci, patate, zafferano e chorizo, salsiccia tipica delle canarie), conejo al salmorejo (coniglio stufato con pomodori e patate), potaje de berros (zuppa a base di granoturco, crescione, fagioli, patate, comino e costine di maiale).

Tra i dolci bisogna provare la torta Vilana (dolce fatto con patate, uova e zucchero), huevos mole (tuorli d’uovo sbattuti con cannella e sciroppo di zucchero), bienmesabe (crema di mandorle e miele), rapaduras (tortino di mandorle ricoperto di miele). Fatevi consigliare un vino di Gran Canaria e terminate la cena con un chupito di rum, rum al miele o con crema catalana, in alternativa un bicchiere di licor de platano, il liquore alla banana delle Canarie. 

Come arrivare e spostarsi a Las Palmas 

In aereo si atterra all’aeroporto internazionale di Gran Canaria, che dista circa 25 km da Las Palmas. Si può inoltre raggiungere Gran Canaria in traghetto dai porti spagnoli di Cadice o Huelva e imbarcarsi con la propria auto volendo. Per raggiungere la città si può prendere l’autobus numero 60 o 91, un taxi o noleggiare un’auto per poter girare l’isola. 

Quando andare a Las Palmas 

Las Palmas de Gran Canaria gode di un clima oceanico di tipo subtropicale, con un leggero divario termico tra le stagioni, che permette un'atmosfera piacevole in qualsiasi stagione. A Las Palmas si può vivere in maglietta e pantaloncini tutto l'anno. Per gli amanti del caldo e della spiaggia, il periodo ideale per un viaggio alle Canarie va da maggio a settembre, altrimenti il resto dell’anno per chi preferisce esplorare l’isola e dedicarsi a trekking con temperature più fresche. 

Dal punto di vista degli eventi, diversi sono gli appuntamenti estivi come la festa di San Giovanni il 24 giugno, giorno anche della fondazione di Las Palmas, o la Fiesta de Nuestra Señora del Carmen, a metà luglio, quando il porto di Puerto de la Luz, i pescatori e gli abitanti del quartiere di La Isleta onorano la santa patrona. Tutto l’anno comunque si tengono numerosi eventi, spettacoli e concerti a Las Palmas.

Mappa e cartina

Di seguito trovate la mappa con tutte le attrazioni e spiagge di Las Palmas

Autore: Francesca Ferri

Scopri