Idee di viaggio

El Hierro: cosa vedere, le spiagge e come arrivare

Tutto quello che devi sapere per visitare l'isola più ecosostenibile dell'arcipelago delle Canarie

El Hierro ISOLE CANARIE Shutterstock
/5

A El Hierro, grande più o meno come l'isola d'Elba, non ci sono turisti che affollano la spiaggia, non ci sono ristoranti turistici e si respira una pace fuori dal tempo. 

El Hierro

El Hierro è la più occidentale delle isole Canarie ed era la più piccola dell'arcipelago prima che la piccolissima La Graciosa entrò a farne parte, dopo essere stata considerata per secoli alla stregua di uno scoglio. 

El Hierro, appartata e lontana dalla terra ferma e dalle isole più grandi delle Canarie, è fuori dalle rotte turistiche. Un aeroporto e traghetti (questi ultimi non frequentissimi) la collegano a Gran Canaria e a Tenerife, ma arrivarci resta un lungo viaggio, sicuramente più lungo rispetto al volare comodamente a Tenerife dai principali aeroporti italiani.

Non aspettatevi movida e grandi alberghi. El Hierro è rimasta autentica, con piccoli paesini bianchi e neri come la pietra dell'isola, chiesette solitarie, vigneti, spiagge e vulcani. Proprio per questo motivo in tempi recenti la Spagna ne ha approfittato e ha deciso di farne un paradiso del turismo ecosostenibile. 

Cosa vedere a El Hierro

El Hierro è, come tutte le isole delle Canarie, vulcanica. Qui, come a Lanzarote, la presenza della lava è evidente e crea scenari surreali in cui a volte sembra di essere su un altro pianeta. Qui di seguito trovate tutte le cose più belle da vedere assolutamente a El Hierro.

  • Valverde

Valverde è il capoluogo di El Hierro ed è l'unico dell'arcipelago a non affacciarsi sul mare. La capitale è piccolina e come ferma nel tempo. Girate per le stradine del centro storico con i suoi palazzi e le chiese del '700. Patatas bravas e bocadillos si mangiano a El Secreto che è anche il posto più instagrammabile tra i locali dell'isola.

  • Pozo de Las Calcosas

Le piscine di Pozo de Las Calcosas si raggiungono passando attraverso il paesino omonimo con gli edifici di pietra scura e i tetti di paglia. La scogliera con le piscine naturali si trova poco distante dal paese, Il posto è perfetto per nuotare quando l'Oceano è arrabbiato e non è permetto nuotare nel mare aperto.

 

  • Cammino de la Virgen

Ad El Hierro ci sono tre cammini segnati che permettono di visitare l'isola con lentezza. Il cammino di Jinama è un itinerario di media difficoltà che attraversa il Frontera Rural Park percorrendo 3,4 km. Poi ci sono il Cammino de la Virgen, un lungo pellegrinaggio di 27 km e il percorso di trekking che raggiunge il Pico de Malpaso (molto difficile e lungo, adatto solo ai trekker esperti).

Il camino de la Virgen passa per La Dehesa, El Julan, El Golfo, El Pinar e Nisdafe attraversando una serie di foreste, tutte diversissime dal punto di vista botanico.

  • Echedo

 

Anche ad Echedo, arroccato davanti ad una scogliera, le case sono fatte di pietra lavica scura ed è circondato dalle vigne coltivate nelle ceneri vulcaniche e protette dai muretti a secco. Dal paese c'è un sentiero che porta a Charco Manso, una fantastica piscina naturale circondata dalle scogleire.

 

  • Tinor

 

Tinor è il paese più piccolo di El Hierro. L'atmosfera qui è inimitabile e merita assolutamente una passeggiata prima di epslorare la natura nei dintorni. 

 

  • Guinea

 

Il paesino di Guinea è stato il primo villaggio nato sull'isola di El Hierro. Oggi è un ecomuseo ed ospita il centro di recupero per la lucertola gigante di El Hierro, un rettile in pericolo di estinzione che potrete considerarvi molto fortunati ad incontrare faccia a faccia in questo museo. Visitate le grotte vulcaniche dove vivevano i Bimbaches e le prime case in pietra dell'isola.

 

  • Frontera

 

Frontera è il comune più grande di El Hierro e comprende El Golfo, El Pinar e La Restinga. Si tratta della zona più fertile dell'isola dove crescono alberi da frutto, vigneti e ananas, separata dal resto di El Hierro da picchi che raggiungono i 1000 metri. 

Spiagge di El Hierro

Le temperature dell'acqua si aggirano sui 20° il che non le rende mai veramente calde, ma appetibili durante tutto l'anno. L'isola non ha vere e proprie spiagge ma tantissime scogliere ed una sola grande distesa di sabbia che merita questo nome. Si chiama Verodal, si trova sulla costa sud-occidentale ed è fatta si sabbia rossa di origine vulcanica. 

Una parte dei mari dell'isola è riserva marina protetta come i fondali del Mar de Las Calmas. 

A pochi chilometri da Valverde, sulla costa est, La Caleta è uno dei punti migliori per fare una nuotata in mare aperto: l’acqua è calda e verdissima e uscendo ci si può stendere sulle terrazze solarium in pietra. Poco oltre, lungo la costa, si raggiunge la baia di Timijiraque, vicino al porto de La Estaca, frequentata da surfisti. Una decina di chilometri più a sud, all’inizio della Bahía de Las Playas, si alza per 200 metri dal mare Roque de Bonanza, la roccia più fotografata dell’isola. 

Visitate la piscina naturale Charco Azul, le piscine naturali di La Maceta e la baia di El Verodal fatta di sabbia rossa e il Faro di Orchilla che a lungo è stato considerato dall'uomo il punto più occidentale del mondo.

Foto e immagini

Clima e meteo

Il clima a El Hierro è uno dei migliori del pianeta. Cieli limpidi, piogge scarse e temperature che durante l'anno oscillano dai 19° ai 23°. I giorni di pioggia in inverno sono in media 3 e il sole brilla quasi tutti i giorni dell'anno. 

Luglio, agosto, settembre e ottobre sono i mesi più caldi a El Hierro anche se il clima è piacevole durante tutto l'anno. Nei mesi estivi la calima, un fenomeno canario in cui l'aria si riempie di sabbia e le temperature sfiorano i 40°, è più raro ad El Hierro rispetto a Fuerteventura e Lanzarote.

I cieli di El Hierro sono tra i più adatti all'osservazione astronomica e tra i più limpidi del mondo. A causa però della forma dell'isola, ricca di rilievi e insenature e alla posizione geografica il clima varia molto spostandosi di pochissimi km.

Si passa dal clima sub-tropicale oceanico delle coste, specialmente nel sud dell’isola, mite e con scarse precipitazioni, a quello più instabile dell’interno dove le temperature viariano a seconda dell’altezza.

A Valverde che si trova a 600 metri sul livello del mare le estati sono abbastanza fresche e raramente le temperature medie superano i 16-20°. IN inverno si aggirano intorno ai 10°, che salgono sensibilmente se ci si sposta lungo la costa del nord. 

Qui trovate tutte le info sul clima alle Canarie mese per mese e qui sul clima alle Canarie a dicembre

El Hierro aeroporto

A El Hierro c'è un piccolo aeroporto aperto nel 1972, l'Aeropuerto de los Cangrejos. Collega l'isola alle altre isole delle Canarie e ospita solo voli nazionali. In particolare offre collegamenti con l'aeroporto di Tenerife Nord e Gran Canaria operati da Canary Fly e Binter.

Dall'aeroporto si raggiunge comodamente la capitale dell'isola con gli autobus di linea (il numero 6) che passa anche per La Caleta e Tamaduste.

In alternativa ci sono i taxi in attesa fuori all'area arrivi e le auto a noleggio di Cicar e Autos Bamir. Non sono presenti le grandi società di autonoleggio.

Come arrivare

L'isola di El Hierro si raggiunge in aereo e in traghetto partendo da Tenerife o da Gran Canaria. Al momento non esistono voli diretti che colleghino El Hierro a aeroporti internazionali ed all'Italia.

Per arrivare ad El Hierro bisogna volare o a Tenerife o a Gran Canaria. Da qui si prendono sia i voli che i traghetti che arrivano a breve distanza da Valverde, la capitale dell'isola. Il porto di El Hierro è il Puerto de la Estaca. Mentre i traghetti partono da Tenerife Sud i voli partono da Tenerife Nord. 

Mappa e cartina

Scopri