Idee di viaggio

Cose fare in Catalogna

Dalla costa dell'Alt Empordà alla medievale Girona, passando per i piccoli paesini in pietra e per la zona vulcanica della Garrotxa

Besalù SPAGNA Shutterstock
5/5

La Catalogna è una regione piccola ma varia. Ci sono i Pirenei ed i borghi medioevali, la costa Brava e quella Dorada, le zone vulcaniche con i paesaggi surreali della Garrotxa, le città artistiche e culturali e Barcellona, ovviamente.

La Catalunya è solcato da percorsi da fare a piedi o in bicicletta per scoprire la regione al ritmo lento delle proprie gambe. Gli itinerari segnati vanno dalle zone boscose ancora intatte dell'interno e arrivano sulla costa, alla scoperta dei paesini sul mare e della spiagge catalane.

Qui di seguito trovate una guida utile a cosa fare e cosa vedere in Catalogna, per esplorarla a piedi, in bicicletta, in camper o in auto on the road.

Cosa fare in Catalogna

La costa della Provincia di Girona è una costa rocciosa e frastagliata che crea cale e calette riparate e profumate dalla macchia mediterranea. Alcune sono così nascoste ed appartate da essere ufficiosamente considerate spiagge naturiste (qui trovate alcune delle spiagge più belle della Costa Brava).

Il Camì de Ronda è un percorso panoramico a piedi che passa per scogliere e cale segrete e solca buona parte della costa catalana. Dormirete in paesini a ridosso del mare assolati e sonnolenti, con ristorantini di pesce fresco e belvedere romantici. Qui trovate i posti da vedere in Costa Brava e qui i paesi di mare più belli in cui fermarsi.

Il Camì de Ronda prosegue in un circuito ad anello che dalla costa torna a Girona per tornare sul mare attraverso un cammino diverso. Girona merita assolutamente una pausa cittadina. I resti della dominazione araba sono ancora intatti: visitate la Cattedrale di Girona e, di fronte, i Bagni Arabi dove le volte sulle vasche sono illuminate da aperture stellate. Passeggiate tra le case colorate lungo il fiume e perdetevi tra i vicoli e la storia del quartiere ebraico di Girona.

La costa della Provincia di Barcellona ha spiagge grandi e frequentate. Alcune, come quella di Lloret de Mar, sono un po' troppo turistiche per i nostri gusti. Qui trovate una guida alle spiagge della Catalunya facilmente raggiungibili da Barcellona (spiagge vicino a Barcellona). 

La capitale catalana, Barcellona, è una tappa irrinunciabile di un viaggio in Catalogna. Oltre ai monumenti, alla bellezza onirica delle architetture di Gaudì e del Parc Guell, al fascino medioevale del Barrio Gotico, ci sono le atmosfere da spiaggia della Barcelloneta ed i locali ed i posti speciali alla scoperta di una Barcellona in fermento, un po' popolare, un po' radical chic. 

172 km di piste ciclabili catalane segnano le arterie verdi della regione. 2 in particolare sono tra le nostre preferite. Dalla regione vulcanica della Garrotxa arrivano al mare passando per i luoghi cari a Salvador Dalì: Cadaques, Portlligat, Calella Palafugell. Con una deviazione verso l'interno si raggiunge Figueres, la città natale del pittore, con il museo surreale dedicato all'artista e da lui stesso progettato.

Sant Miquel del Fai è un monastero aggrappato ad una falesia da cui scorre una cascata spettacolare che li lancia in un salto sorprendente dal monastero al fondo valle. 

Tour della Catalogna

 

Borghi della Catalogna

Chi visita la Catalogna on the road non deve assolutamente perdere la chance di visitare uno ad uno i borghi medievali ed i paesini più belli della regione autonoma. Besalù è un paese costruito su un altipiano di basalto che viene corrosa giorno dopo giorno dal vento e dall'acqua e che per questo motivo è destinata a scomparire. Il borgo medioevale a strapiombo sulla parete liscia è un'immagine di bellezza che resiste alla fugacità.

Siurana è un altro borgo a picco sulla roccia che si affaccia su un fiume e su un mare di foreste che cambia colore con le stagioni. Qui trovate gli altri paesi più belli della Catalogna dove fermarsi per una pausa fuori dal tempo. 

Vai alla gallery

10 cose da fare in Catalogna

10 foto.

 

Scopri