Idee di viaggio

Il Cammino di Santiago a Gran Canaria

Alle Canarie c'è un cammino di Santiago alternativo che passa per vulcani, ravine e dune di sabbia

Cammino Santiago Gran Canaria A PIEDI Shutterstock
4/5

Il Cammino di Santiago ha numerosissime varianti: ci sono quello francese, quello inglese, quello portoghese e quello del nord e tutti hanno come meta finale Santiago de Compostela. Alle Canarie però c'è un cammino di Santiago alternativo che dal sud dell'isola di Gran Canaria arriva a Santiago di Galdar. Da qui ci si può imbarcare per Santiago di Compostela ed unire i due percorsi, ma se deciderete di non farlo fa lo stesso.

Nel 1965 una bolla papale di Papa Giovanni XXIII concesse alla città di Gáldar di celebrare l'anno sacro di San Giacomo con gli stessi privilegi di Santiago di Compostela. Dal 1993 il privilegio è diventato permanente e percorrere il cammino di Santiago di Gran Canaria ha per i credenti gli stessi effetti di quello di Santiago: l’indulgenza plenaria (il perdono dei peccati) ai fedeli che arrivano a piedi alla sua chiesa. 

Camino de Santiago a Gran Canaria

Il Cammino di Santiago delle Canarie percorre 73 km suddivisi in 3 tappe di difficoltà varia. Si parte dalle dune di sabbia dorata di Maspalomas e si arriva alla cattedrale di Santiago de los Caballeros, a Gáldar, la prima capitale dell'isola di Gran Canaria.

Prima dell’arrivo degli spagnoli, Gáldar era una delle maggiori città delle Canarie e dal secolo XII o XIII secolo era stata la capitale dei Guanci, le popolazioni locali che vivevano sull’isola di Gran Canaria. Con l’arrivo dei Conquistadores Gáldar divenne Ciudad Real e da qui gli spagnoli partirono alla conquista di tutta l’isola e delle altre dell’arcipelago. 

Insieme alla conquista militare partiva la conquista spirituale dell'isola. La parrocchia di Santiago de Gáldar, consacrata il 25 luglio 1481, fu la base di partenza per l’evangelizzazione delle Canarie, del Nord Africa e delle Americhe. 

Tappe del cammino

Il Cammino si divide in 3 tappe di cui ognuna presenta alcune varianti. 

  • Maspalomas - Tunte

È una delle tappe più dure del cammino di Santiago canario. Dura circa 8 ore e mette il viandante a dura prova con la salita del Decollato di Manzanilla (1161 m s.l.m). I paesaggi sono tra i più belli del cammino e vale assolutamente la pena percorrerlo. Volendo può essere diviso in due tappe. 

  • Tunte – Cruz de Tejeda

Si parte da Piazza Tunte e passando per la Degollada de Cruz Grande e lo Llanos del Garañón si arriva alla cittadina di Cruz de Tejeda. Durata: 6 ore circa.

  • Cruz de Tejeda - Santiago de los Caballeros 

L'ultima tappa del percorso dura circa 7 ore) per un percorso quasi interamente su strade non carreggiate e sentieri pedonali. 

Come fare il cammino canario

I mesi migliori per fare il cammino di Santiago di Gran Canaria è l'inverno, insieme ad autunno e primavera. In estate può essere troppo caldo per camminare tutto il giorno, specie nelle ore centrali della giornata. L'inverno e le stagioni più fredde ci offrono una scusa perfetta per camminare all'aperto quando in Europa è pieno inverno. Il clima invernale a Gran Canaria è perfetto per camminare: mai troppo caldo e sempre mite. Portate con voi un pile pesante ed una giacca da vento per la sera e per le zone più sopraelevate dove le temeprature sono più basse rispetto alla pianura. Qui trovate le info sul clima alle Canarie mese per mese

Cosa vedere

 El Paso de la Plata, Tunte, Los Llanos de La Pez e la Cruz de Tejeda sono alcuni dei luoghi dei posti più belli che vedrete durante il cammino. 

Qui sotto trovate le foto dei posti più belli che vedrete lungo il cammino. 

  • Maspalomas

canarie-maspalomas

  • Tejeda

canarie-tejeda_1

  • Barranco de Tejeda

canarie-tejeda-2

  • Ayagaur

canarie-aya

GUARDA ANCHE: LA MAPPA COMPLETA DEI CAMMINI D'EUROPA

 

Scopri