Idee di viaggio

L'Alhambra di Granada, il palazzo da Mille e una Notte

Viaggio tra giardini profumati, magnifiche fontane e stucchi

Alhambra VIAGGI URBANI Shutterstock
4.5/5

Adagiato sulla Collina Rossa, a dominare la città di Granada, c'è un posto che sembra uscito da una fiaba. È l'Alhambra di Granada, uno dei più grandi capolavori di arte araba giunto integro fino a noi.

L'Alhambra è uno degli esempi più belli di arte islamica in occidente, una vera città protetta da torri e mura di cinta.

Storicamente l’Alhambra era una cittadella reale fortificata conosciuta già nel IX secolo. Nel Trecento arrivò a contare 1500 abitanti mentre Granada ne aveva 4000. L'Alhambra funzionava in modo autonomo rispetto a Granada in quanto all’interno c’erano tutti i servizi, come moschee, botteghe, e scuole.

Se state programmando un viaggio nella città andalusa, abbiamo realizzato una utile guida alla visita a cosa vedere a l'Alhambra di Granada con orari e biblietti. 

Alhambra di Granada

Non c'è alcun dubbio che l'Alhambra sia una delle cose da vedere almeno una volta nella vita. Visitarla significa fare un viaggio nelle magiche atmosfere da Mille e una notte. Si chiama così per via delle sfumature rossastre delle sue mura (in arabo "qa'lat al-Hamra" significa castello rosso) ed è adagiata in cima alla collina al-Sabika, sulla riva sinistra del fiume Darro, in un punto strategico che domina la città.

A porre la prima pietra fu Muḥammad ibn Naṣr chiamato al-Ḥamar, "Il Rosso". Il fondatore della dinastia Nazari si stabilì nella vecchia Alcazaba dell'Albaicín, nel 1238 iniziando la costruzione della sede della corte sulle rovine della collina dell'Alhambra, iniziando così la realizzazione della fortezza così come la conosciamo.

La maggior parte delle costruzioni fu realizzata sotto Yusuf I e Mohammed V. Dai miglioramenti dell'Alcazaba (la zona militare) e dei palazzi, al Patio dei Leoni e alle sue stanze annesse, inclusa l'estensione dell'area all'interno dei bastioni; fu creata la Porta della Giustizia, furono costruite delle Terme, la Sala di Comares e la Sala della Barca (Sala de la Barca). 

In epoca cristiana furono aggiunti edifici e torri per ospitare tutte le esigenze dei nuovi re. I giardini dell'Alhambra sono forse la parte più spettacolare della cittadella, con le fontane i giochi d'acqua e gli stucchi che si specchiano nelle vasche.

Cosa Vedere

  • Alcazaba: zona militare, la parte antica della fortezza
  • Patio dei Leoni: un cortile con al centro la fonte dei leoni
  • Palazzi Nazaries: palazzi amministrativi 
  • Palazzo del Trono
  • Patio del Mexuar 
  • Sala della Barca
  • Palazzo di Carlo V: il palazzo fatto costruire dal re Carlo V
  • Patio della Alberca
  • Salone de Comares
  • Stanza del sultano 
  • Sala dos reyes
  • Stanza dell’imperatore
  • Palazzo di Carlo V
  • Bagni


Generalife

Non perdete una visita ai meravigliosi giardini del Generalife, la residenza estiva dei sultani, vi ricondurranno in un'atmosfera fiabesca fatta di luci, giochi d'acqua, piante e fiori che vi faranno rivivere i fasti dell’antica Al-Andalus. Si trovano nel complesso dell'Alhambra e potrete visitarli utilizzando lo stesso biglietto dell'Alhambra di Granada.

Biglietti

I biglietti per l'ingresso all'Alhambra di Granada si possono comprare all'Alhambra, al negozio dell'Alhambra in Calle Reyes Católicos o su Ticketmaster. Il biglietto intero è valido mezza giornata, mattina o pomeriggio, per Generalife, Alcazaba, Palacios Nazaríes e giardini.

Il biglietto parziale è valido, mattino o pomeriggio, per Generalife, Alcazaba e giardini; quello per la visita serale è valido solo per il Generalife oppure in alternativa per i Palacios Nazaríes. Il pass circolare blu (biglietto intero + biglietto visita serale) è valido per due giorni consecutivi.

  • Biglietto intero: 14 euro
  • Biglietto ridotto: 9 euro
  • Visita Notturna: 8 euro
  • Visita Giardini: 7 euro

 

I Giovani della Unióne Europea al di sotto dei 26 anni pagano 9 € (presentando il documento). I disabili (con più del 33% d'incapacità e previa presentazione del documento) pagano 8 €. I bambini al di sotto dei 12 anni entrano gratis

Orari e Visite

Dal 15 ottobre al 14 marzo l'Alhambra è aperta tutti i giorni dalle ore 8:30 alle ore 18:00. Le biglietterie sono aperte dalle 8:00 alle 17:00. L'apertura notturna va dalle 20:00 alle 21:30.

Dal 15 marzo al 14 ottobre è aperta tutti i giorni dalle ore 8:30 alle ore 20:00 (orario delle biglietterie: dalle ore 8:00 alle ore 20:00). Di notte è aperta dal martedì al sabato dalle ore 22:00 alle ore 23:30.

Gli orari per le visite diurne sono suddivisi in due scaglioni, ai quali corrispondono biglietti per la visita mattutina e pomeridiana. Conviene acquistare i biglietti d’ingresso on-line per evitare lunghe code. Per maggiori informazioni visitate http://www.alhambra-patronato.es.

Foto

Mappa e cartina

Scopri