Idee di viaggio

Cosa fare e e vedere Gratis a Siviglia

Musei, monumenti, parchi ed esperienze gratis nel capoluogo dell’Andalusia

Siviglia Gratis: cosa fare e vedere in città a costo zero GRATIS Shutterstock
5/5

Quando programmate un viaggio a Siviglia ricordatevi che il lunedì è di solito il giorno in cui si possono visitare gratuitamente gran parte dei musei e monumenti del capoluogo dell’Andalusia

In alcuni casi è richiesta solo una prenotazione online. Lasciatevi quindi sedurre dalla magia di Siviglia senza metter mano al portafoglio. 

Siviglia Gratis

  • La Cattedrale e la Giralda 
  • Real Alcázar 
  • Torre del Oro 
  • Plaza de Toros de la Maestranza
  • Casa de Pilatos 
  • El Palacio de Las Dueñas
  • Palacio de la Condesa de Lebrija
  • Archivo General de Indias
  • Palacio de San Telmo 
  • Museo de Artes y Costumbres Populares
  • Monastero della Cartuja 
  • Museo de Bellas Artes 
  • Hospital de los Venerables
  • Padiglione del Marocco all'Expo 92
  • Spettacolo di flamenco a La Carbonería

La Cattedrale e la Giralda 

La Cattedrale di Siviglia è la terza chiesa più grande del mondo e un incantevole modello di architettura gotica. Fu costruita a partire dal 1402 sul luogo dove sorgeva l’antica moschea di Siviglia. Di quest’ultima rimane ancora il minareto, che fu convertito in un campanile, noto come La Giralda, diventato oggi uno dei simboli della città. Il lunedì dalle 16.30 alle 18 si può visitare gratuitamente la Cattedrale e la Giralda, ma bisogna prenotare online. La visita gratis include l’audioguida ed è riservata ad un massimo di 70 persone. Perciò per assicurarsi il posto conviene fare la prenotazione il prima possibile.

Real Alcázar

Il Real Alcázar è un incantevole complesso monumentale di Siviglia, progettato e costruito dai Mori nello stile dell’architettura mudéjar. Il magnifico palazzo ancora oggi accoglie la famiglia reale durante le sue visite in città. Il Real Alcázar è perciò la residenza reale ancora in uso più antica d’Europa. Insieme alla Cattedrale e all’Archivio delle Indie è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Si può visitare gratuitamente il lunedì dalle 18 alle 19 da aprile a settembre, dalle 16 alle 17 da ottobre a marzo. La visita gratuita si prenota online, ma bisogna pagare 1€ a persona per la prenotazione via internet. 

Torre del Oro 

La Torre del Oro è un altro dei simboli di Siviglia. È una torre di guardia storica, costruita lungo la riva destra del fiume Guadalquivir nei primi anni del XIII dagli Almohades, la dinastia moresca che in quel periodo governava tutta l’Andalusia. Oggi la torre ospita il Museo Navale della città. Si trova lungo il famoso Paseo de Cristobal Colon vicino alla riva del fiume e al centro storico della città. Il lunedì si può visitare gratuitamente la Torre del Oro e il Museo Naval. 

Plaza de Toros de la Maestranza

La Plaza de Toros de la Maestranza è un'arena che ha più di 240 anni di storia. Dalla sua costruzione nel 1761 è uno dei punti di riferimento della corrida spagnola. La Plaza de Toros si caratterizza per la sua forma leggermente ovale. L’arena inoltre ha anche un museo dove è possibile conoscere meglio il mondo della corrida attraverso un'esposizione di costumi, fotografie e dipinti. Il lunedì dalle 15 alle 19 si può visitare gratuitamente la Plaza de Toros de Sevilla ma non si può prenotare online. Bisogna andare alla biglietteria un po’ prima delle ore 15 e prenotarsi sul posto. I biglietti gratuiti sono limitati perciò consigliamo di arrivare in anticipo.

Casa de Pilatos 

È un magnifico palazzo di Siviglia, che risale alla fine del XV secolo. La Casa de Pilatos combina lo stile rinascimentale italiano con quello mudéjar, ed è considerato il prototipo del palazzo andaluso. L’ingresso è gratuito il lunedì dalle 15 alle 19 ma non si può prenotare online. Bisogna andare alla biglietteria prima delle 15 per avere il ticket gratis. Il numero massimo di visitanti è anche qui limitato. 

El Palacio de Las Dueñas

El Palacio de Las Dueñas è un esempio di architettura nobiliare tipica di Siviglia. Fu la residenza del famoso scrittore spagnolo Antonio Machado durante i suoi primi anni di vita, oggi invece il palazzo è di proprietà della Casa di Alba, famiglia di grandi mecenati in Spagna. La visita dà accesso al Cortile del Limone, a diverse sale dove sono conservate oltre 1400 opere d’arte e una collezione di cartelli delle ferias della Settimana Santa di Siviglia di più di cento anni fa. Il lunedì la visita è gratuita dalle 16 alle 20 da aprile a settembre, dalle 16 alle 18 da ottobre a marzo. La visita non si può prenotare in anticipo, bisogna andare alla biglietteria poco prima delle 16. 

Palacio de la Condesa de Lebrija

Il Palazzo della Contessa Lebrija è una dimora signorile del XVI secolo, costruita su un edificio preesistente del XV secolo. Subì una grande opera di restauro quando Manjón Mergelina, contessa di Lebrija, acquisì il palazzo nel 1901. La contessa, amante dell’archeologia, ha raccolto una collezione di mosaici romani e molti reperti di diverse epoche e culture: dalle porcellane sivigliane di conventi in rovina ai dipinti del Palazzo di Marchena. Oggi nella Sala Ochavada si possono ammirare, tra le altre meraviglie, i mosaici dell’antica città di Italica, colonia romana in Spagna. Notevole è poi la collezione di opere d’arte e decorazioni arabe e persiane che si trovano nel cortile. La visita è gratis il lunedì dalle 18 alle 18.30, ma non è possibile prenotare in anticipo, quindi bisogna andare alla biglietteria il giorno stesso dalle 10:30. 

Archivo General de Indias

L'Archivio Generale delle Indie è uno dei cinque archivi di Stato centrali spagnoli e conserva i documenti relativi all’Impero spagnolo nelle Americhe e nelle Filippine. L'Archivio Generale delle Indie si trova vicino all'antico mercato, in un palazzo progettato da Juan de Herrera, un insolito esempio italo-spagnolo di architettura del Rinascimento. Il palazzo è stato inserito nel Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. L’ingresso è sempre gratuito e senza prenotazione. L’orario d’apertura è dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 15:00 dal 16 settembre al 15 giugno e fino le 14:30 dal 16 giugno al 15 settembre.

Palacio de San Telmo 

Oggi è la sede del governo andaluso, ma in passato questo imponente edificio color rosso ruggine e giallo dorato è stato un palazzo reale. Fu originariamente costruito come sede dell'Università dei Navigatori (Universidad de Mareantes), una scuola per educare i bambini orfani e formarli come marinai. La sua facciata barocca spicca lungo l'Avenida de Palos de Frontera. L’ingresso è gratuito sempre con prenotazione. Basta dare il proprio nome, indirizzo email, numero di telefono e numero di codice fiscale. 

Museo de Artes y Costumbres Populares

Il Museo delle Arti e dei Costumi Popolari si trova in quello che era il padiglione dell’esposizione Ibero-Americana del 1929, realizzato con mattoni a vista e motivi decorativi in ceramica. Per il suo stile architettonico era conosciuto come il padiglione mudéjar. Creato nel 1972, il museo è uno spazio consacrato al patrimonio etnologico andaluso, materiale e immateriale. Le sue sale contengono oggetti e utensili che raccontano i costumi, i saperi e i modi di vivere della popolazione andalusa. L’ingresso è gratuito sempre senza prenotazione. Gli orari di apertura sono: da martedì a domenica dalle 9:00 alle 15:00 nel periodo che va dal 30 giugno al 31 agosto, da martedì a sabato dalle 9:00 alle 21:00. Domenica e festivi dalle 9:00 alle 15:00 dal 1 settembre al 30 giugno. 

Monastero della Cartuja 

La certosa di Santa Maria de las Cuevas, conosciuta anche come monastero de la Cartuja, è un complesso architettonico che sorge sull’isla de la Cartuja. Il monastero, oggi sconsacrato, è stato dichiarato monumento nazionale ed è sede del Centro Andaluz de Arte Contemporáneo. Lo si può visitare gratuitamente dal martedì al venerdì dalle 19:00 alle 21:00 e il sabato dalle 11:00 alle 21:00, senza alcun bisogno di prenotare.

Museo de Bellas Artes 

Il Museo di belle arti di Siviglia è il museo più importante dell’Andalusia e il secondo più importante della Spagna, dopo il Museo del Prado, almeno nell'ambito dei pittori nazionali. Inaugurato nel 1841, il museo offre un ampio panorama della pittura barocca sivigliana, specialmente di artisti come Zurbarán, Murillo e Valdés Leal. L’ingresso è gratuito sempre nei seguenti orari: da martedì a sabato dalle 9:00 alle 21:00, domenica e festivi dalle 9:00 alle 15:00. 

Hospital de los Venerables

L’Hospital de los Venerables è uno dei maggior esempi meglio conservati del patrimonio barocco spagnolo di Siviglia. L’edificio nascosto tra le viuzze del Barrio Santa Cruz comprende uno spazio dedicato a esposizioni artistiche, il Centro Velázquez, un bel patio e una splendida chiesa in stile barocco sivigliano. L’ingresso è gratuito la domenica dalle 14:00 alle 18:00. Non è richiesta la prenotazione. 

Padiglione del Marocco all'Expo 92

L'Esposizione Universale del 1992 ha trasformato Siviglia. Tra i padiglioni rimasti in uso spicca quello in Marocco, noto anche come Padiglione Hassan II, oggi sede della Fondazione Tre Culture del Mediterraneo. Il Padiglione del Marocco è stato costruito combinando il know-how degli artigiani marocchini con le nuove tecniche di costruzione, dando vita a uno spazio moderno e straordinariamente colorato. È possibile visitarlo gratuitamente il martedì alle 11 su prenotazione. Basta compilare questo form

Plaza de España e Parco de María Luisa

La Plaza de España è una delle meraviglie di Siviglia da non perdere. Fu costruita per ospitare l'esposizione Ibero-Americana del 1929 e si trova nel Parque Maria Luisa. La piazza unisce l’architettura rinascimentale a quella moresca ed è aperta tutti i giorni dalle 8:00 alle 22:00. Da non perdere il Parco María Luisa, un tempo giardino privato del Palazzo di San Telmo, donato alla città nel 1893 dall'Infanta Maria Luisa Fernanda di Borbone (duchessa di Montpensier). I giardini sono stati rinnovati dall'ingegnere francese Jean-Claude Nicolas Forestier, curatore del Bois de Boulogne a Parigi, che ha dato loro un tocco romantico, ispirato ai giardini del Generalife, dell'Alhambra e dell'Alcazar di Siviglia. L’ingresso al parco è sempre gratis nei seguenti orari: dalle 8 alle 22 d’inverno, dalle 8 alle 24 d’estate. 

Spettacolo di flamenco a La Carbonería

Tra le esperienze da non perdere a Siviglia c’è lo spettacolo di flamenco, meglio ancora se gratis. La Carbonería è un locale storico di Siviglia, situato nel Barrio Santa Cruz, che era un tempo un deposito di carbone. Oggi mentre degustate una copa de vino tinto potrete assistere a un’emozionante spettacolo di flamenco totalmente gratuito. Lo spettacolo inizia di solito verso le 22.30, ma arrivate prima per prendere posto.  

Autore: Francesca Ferri

Scopri