Idee di viaggio

La strada dell'acqua a Valencia

La ruta del agua, vicino Valencia, è un cammino indietro nel tempo lungo torrenti turchesi e acquedotti romani

Chelva A PIEDI Shutterstock
5/5

A una settantina di km da Valencia, nell'interno, c'è un cammino speciale che passa per antichi acquedotti romani, sorgenti e torrenti turchesi, lungo un'antica via dell'acqua.

La Ruta del Agua si percorre in circa 3 ore di cammino adatto a tutti, purché ben equipaggiati e lontano dalle ore più calde della giornata. 

Ruta del agua

In Spagna è conosciuta come la Ruta del Agua, ma noi la chiamiamo la Strada dell'Acqua. Parte dal paesino di Chelva, addormentata durante tutto l'inverno su una collinetta testimone di migliaia di battaglie medioevali e rinfrescata da decine di sorgenti, sotterranee ed all'aperto. 

L'itinerario, completamente segnato, parte da Plaza Mayor. Prestate attenzione al lieve sussurro e al gorgoglìo dell'acqua che, da qui e per tutto il cammino, non abbandona mai i viandanti. 

Si passa per il quartiere ebraico di Azoque, per il mulino medievale Puerto e per l'eremo di Santa Cruz, costruito sopra l'antica moschea di Benaeça mantenendone la struttura interna originale. 

Dopo essere passata per un altro paesino medioevale, la Strada dell'Acqua abbandona l'asfalto e si muove lungo il rìo Tuéjar.

A La Playeta il fiume forma una spiaggetta meravigliosa, affollata nei giorni più caldi dell'estate, ma solitaria in altri periodi dell'anno.  

Oltre la spiaggetta il cammino prosegue all'interno di un tunnel scavato nella roccia per oltre 100 metri. È il Paso de Olinches, costruito per seguire la via dell'acqua anche lì dove il fiume forma canyon troppo stretti e ripidi per ospitare il sentiero. 

Si passa per rovine medioevali, una centrale idroelettrica abbandonata, belvedere e campi coltivati, fino all'acquedotto Peña Cortada, uno dei quattro acquedotti romani ancora intatti in Spagna ed uno dei più belli. Ci si può camminare sopra ed è completamente circondato da un paesaggio bucolico.

Mappa

Scopri