Idee di viaggio

Cosa vedere a Budapest in quattro giorni

Alla scoperta di Budapest in una 4 giorni intensa e rilassante allo stesso tempo.

Cosa vedere a Budapest VIAGGI URBANI Shutterstock
/5

Periodo: Marzo

26/03/13

Da Treviso arrivati all'aeroporto Ferihegy puntuali. Preso taxi che in 25 minuti e per 21 Euro ci ha portati davanti all'hotel Eurostar in Kossuth Lajos utca Zona centrale e strategicamente ben piazzata. Abbiamo scoperto poi che con due Euro e 10 minuti in più potevamo fare lo stesso tragitto utilizzando i mezzi pubblici (vedi più avanti).
 
L’hotel è ottimo, stanza senza vista ma spaziosa e pulita, ben insonorizzata e con WiFi gratuito.  Alle 16:00 usciamo  per una passeggiata sotto la neve. Ci fermiamo in un bar e prendiamo due caffè con una enorme fetta di tiramisú per 1.200 huf (4 euro). Un salto alla fermata del metro che è vicina dove prendiamo un carnet da dieci biglietti della metropolitana (alla fine ne avremo consumati esattamente dieci!).

A sera cena leggera al Central Kavehaz vicino all'hotel (due goulash suppe e due bicchieri di ottimo rosso per 5.500 huf) in un ambiente stile fine novecento
 
27/03

Visita a Vaci utca la strada dei negozi. Molto bella. Passeggiata lungo il Danubio. Foto con vista del castello e del ponte delle catene. Visita alla chiesa parrocchiale del centro. Non conviene acquistare Fiorini in Italia (meno ancora in aeroporto a Budapest…): alla nostra banca (la Cassa Rurale di Trento) con un Euro ci hanno dato 285 huf (il cambio ufficiale era 305) mentre qui tutti gli uffici di cambio (ce ne sono tanti) danno fra i 299 e i 302 huf!

- Nel pomeriggio Passeggiata a piedi fino al Museo Nazionale Ungherese. Relativa visita. Sopra i 65 anni si paga solo 800 huf. Molto interessante e ricco di documenti e manufatti ma purtroppo la quasi totalità delle didascalie è solo ungherese.
Visto che facciamo un ricca colazione abbiamo deciso di saltare il pranzo quindi capatina al Central Kavehaz per caffè e fetta di torta (ricca scelta!!)

Sul ritorno visita alla chiesa di s. Francesco. Passiamo davanti al ristorante Karpatia Sorozo dove la sera suona una orchestrina tzigana: ci convince e decidiamo di andarci domani sera. Alle 17:30 di nuovo in hotel per un riposino. Ci si prepara per la cena.

Usciamo alle 19:00 e ci dirigiamo verso il ristorante Trofea. Ce ne sono tre a Budapest scegliamo quello piú vicino che é in Király utca e ci andiamo a piedi. Si paga un fisso (5.500 huf fino alle 21:00 poi 4.500) e si mangia a volontá bevande (anche champagne) comprese. Il cibo è ottimo i dolci anche quindi usciamo dopo quasi due ore con la pancia piena e la testa che gira...  Arriviamo in hotel alle 21:30 stanchi ma soddisfatti.

28/03

Dopo solita abbondante colazione si parte per la visita al castello. Prendiamo il metro M2 dalla stazione Astoria  fino alla Batthyany ter e poi il bus nr 86. Alla seconda fermata si scende e si sale a piedi fino all'entrata della Galleria Nazionale. C’è anche una funicolare ma non è in funzione. Entrata per 1.200 huf a persona (gli over 65 pagano metà prezzo) + 500 huf se si vuole fare foto (senza flash!). Le opere di pittori e scultori ungheresi sono numerosissime e bene esposte suddivise per periodi temporali. Vale veramente la pena di visitarla.

Nel pomeriggio giretto a Buda. Assai deludente. Salviamo la vista sul parlamento. Una rapida occhiata alla chiesa di S. Anna e quindi ritorno a piedi verso l'hotel passando davanti alla basilica di S. Stefano. Entriamo mentre stanno celebrando messa. Veramente un gioiello, da vedere assolutamente. In Vaci Utca, vuoi perchè faceva un freddo boia vuoi perché eravamo stanchi e affamati ci siamo fermati a mangiare nel ristorante Sorforras. Due goulash suppe, due tranci di salmone alla griglia con due bicchieri di vino per 12.800 huf, tutto molto buono in un ambiente molto carino e tranquillo.


29/03
Solita colazione abbondante poi metro 2 fino al Deck e metro 1 fino alla stazione Szechenyi, si perchè abbiamo deciso di passare qualche ora in queste terme. L'ingresso costa 4.200 huf piú 700 per il noleggio asciugamano (bisogna però lasciare 4.200 huf di cauzione). Siamo entrati in tutte le 18 vasche comprese quelle esterne (anche se pioveva e la temperatura era +2.). Le vasche hanno temperature variabili fra i 20 e i 38 gradi. Dopo tre ore siamo usciamo esausti e ritorniamo all'hotel. Un'esperienza non proprio nuova perché in Italia esistono strutture simili ma non con un'acqua sulfurea che sgorga dal sottosuolo a 70 gradi e con un arcobaleno di etnie così vario.
 
Per la cena ci siamo piccati di trovare un posticino di un certo livello possibilmente con atmosfera mitteleuropea e musica (non riuscivamo a trovare il famoso Karpatia forse perché dopo le terme si perde un po’ di lucidità…). E l'abbiamo trovato! Il ristorante annesso all'hotel Astoria a due passi dal nostro hotel. Abbiamo mangiato benissimo (petto d'anatra e goulash ungherese) con dolce e una bottiglia di merlot (14 gradi!) accompagnati dalla musica del complesso locale. Il tutto per 16.000 huf  compreso il 10% di servizio. Siamo ritornati in hotel un pò brilli ma soddisfatti. Domani si ritorna in Italia. Aereo alle 11:20.
 
30/03
Forti dell'esperienza fatta sui mezzi di trasporto di Budapest abbiamo deciso di utilizzarli per andare in aeroporto. Detto e fatto con una spesa totale di 2 Euro! In 40 minuti siamo arrivati in aeroporto: linea 2 (rossa) da Astoria fino a Deak ter (1 fermata) dove si cambia e si prende la linea 3 (blu) fino al capolinea Kobanya-Kispest. Qui c’è il bus 200e che aspetta i passeggeri del metro per portarli all’aeroporto Ferihegy. Non abbiamo avuto un minuto di attesa!
 
Nel complesso, nonostante il brutto tempo, 4 giorni ad alto gradimento!

Scopri